×

Siccità, Sala annuncia un’ordinanza per ridurre i consumi: “Fontane chiuse”

Il sindaco Sala firmerà un'ordinanza con misure volte a ridurre i consumi di acqua a Milano a causa del crescente allarme legato alla siccità.

Sala: "Salvini a Mosca? Se ci sta almeno un anno, lo porto in spalla io"

Di fronte all’emergenza siccità che continua a riguardare la Lombardia, il sindaco di Milano Beppe Sala ha annunciato un’ordinanza per invitare i cittadini a ridurre al minimo l’uso di acqua potabile sia a livello domestico che per irrigare prati, giardini privati e pulire terrazzi e cortili.

Sala annuncia un’ordinanza anti siccità

Si tratta di un provvedimento che giunge dopo la constatazione, da parte di Regione Lombardia, dello stato di emergenza idrica fino al 30 settembre. Tre le misure emergenziali che il primo cittadino milanese ha intenzione di disporre vi sono la chiusura di tutte le fontane, fatte salve quelle dove sia presente fauna e flora e i laghetti/rogge dei parchi cittadini, e la sospensione dell’irrigazione a spruzzo dei prati e delle aree verdi (eccetto l’irrigazione a goccia che interessa i nuovi impianti di alberi che devono essere preservati).

Per quanto riguarda la fontanelle cittadine, date le alte temperature e l’arrivo di un nuovo anticiclone africano ancora più forte, rimarranno aperte.

Le misure contro i consumi di energia

L’ordinanza prevedrà anche raccomandazioni per ridurre al minimo i consumi di energia e abbassare così il rischio di blackout. Tra queste quella di mantenere la temperatura di uffici, negozi, abitazioni a 26 gradi. Tutti i negozi, ha continuato, dovranno tenere le porte chiuse anche in presenza di lame d’aria e mantenere la temperatura non al di sotto dei 26 gradi.

Verranno infine attivati i pozzi geotermici privati con scarico in corpi idrici per aumentare al massimo l’alimentazione di ogni roggia, cavo o colatore.

Leggi anche

Contents.media