×

La proposta di Sala: tra cinque anni un sindaco donna

Condividi su Facebook

Sala interviene sulla parità di genere all'evento 'Ripartenza femminile' pianificato dall'università Statale.

Sindaco Milano

Il sindaco di Milano Beppe Sala dichiara “Io mi auguro di essere rieletto, però mi auguro anche che il prossimo sindaco di Milano, tra cinque anni, sia una donna“.

Sindaco donna Milano: il dispiacere di Sala

La modica presenza di candidate donne alle elezioni comunali di Milano ha creato un po’ di dispiacere nel cuore del sindaco Sala: “Credo che sia una cosa sbagliata, ne sono responsabile in qualche modo essendo maschio”.

Momentaneamente l’unica donna è Bianca Tedono -Potere al Popolo-; si attende la scelta del Movimento cinque stelle, ma ad ogni modo, la percentuale è abbastanza bassa: 2 donne (forse), 8 uomini.

Sindaco donna Milano: l’obiettivo

Il vero traguardo sarebbe mettere in risalto, anche in politica, “la cultura della diversità, la valorizzazione delle competenze ha aggiunto Sala.

Obiettivamente parlando, nella storia di Milano, la prima e unica donna che amministrò il capoluogo lombardo fu Letizia Moratti.

Correva l’anno 2006 quando vinse con il 52% dei voti contro lo sfidante Bruno Ferrante. Attualmente è stata nominata dal presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana assessora al Welfare e vicepresidente della Regione.

Sindaco donna Milano: la parità di genere

Beppe Sala rassicura “si può fare molto di più” per avvantaggiare la parità di genere: sarebbe utile “dare punteggi di valore all’imprenditoria femminile”. Questa manovra eliminerebbe senz’altro le disuguaglianze.

Oltre ad essere una metropoli, Milano è nel novero delle città internazionali, pertanto, deve metterci tutto l’impegno necessario per fare in modo che avvengano questi cambiamenti sociali.

LEGGI ANCHE: Sicurezza in città, Sala: “Milano non è tra le meno sicure”

Leggi anche

Contents.media