×

Coronavirus a Milano, Beppe Sala: “#Milanononsiferma? Forse ho sbagliato”

Condividi su Facebook

Il sindaco Sala, ospite in tv, ha parlato dell'emergenza sanitaria a Milano ammettendo anche qualche errore: "Chi lavora sbaglia sempre".

coronavirus milano
coronavirus milano

In quel momento nessuno aveva compreso la veemenza del Coronavirus. Forse ho sbagliato” sono le parole del sindaco di Milano Beppe Sala in merito al video circolato in rete con l’#milanononsiferma. Il primo cittadino di Milano ha affidato il suo mea culpa ai microfoni di Che tempo che fa su Rai 3: “Accetto le critiche, ma non tollero che qualcuno possa ancora marciarci su per scopi politici“.

Coronavirus a Milano: il mea culpa di Sala

Nella serata di domenica 22 marzo, in piena emergenza Coronavirus, il sindaco di Milano Beppe Sala è stato ospite di Fabio Fazio nella trasmissione Che tempo che fa e ha parlato della situazione del capoluogo lombardo. “Il 27 febbraio in rete circolava il video #milanononsiferma: forse ho sbagliato a rilanciarlo, ma in quel momento nessuno aveva compreso la veemenza del virus”.

Con queste parole il sindaco ha fatto per la prima volta una vera e propria ammissione di colpa in merito al video che invitava, all’inizio dell’emergenza, i milanesi a non farsi spaventare dall’allerta per il Coronavirus. “Io sono qui 7 giorni su 7 a fare la mia parte – ha detto il primo cittadino -. A Milano pensiamo alle persone attraverso misure che confermano il nostro spirito solidaristico, come l’apertura dell’Hotel Michelangelo in Stazione Centrale, a disposisione delle autorità sanitarie“.

Priorità agli anziani e ai malati

La tecnologia nell’assistenza ai malati è un grandissimo aiuto” ha detto Sala confermando l’aiuto del Comune di Milano nei confronti di malati e anziani. “Quando si lavora si sbaglia sempre” ha quindi detto parlando della riduzione delle corse dei mezzi pubblici rivelatasi poi uno sbaglio amministrativo risolto però nel giro di poche ore: “Ci siamo accorti che la riduzione causava più assembramenti e le abbiamo riportate al 75%“.

Parlando del fondo di mutuo soccorso ha detto: “Pensiamo all’oggi per ripartire domani. A emergenza finita ci sarà un lavoro di ricostruzione che dovrà considerare questioni come salute, tutela dell’ambiente e sociale“.

Nata in provincia di Lodi, classe 1995, è laureata in "Scienze Umanistiche per la Comunicazione" all’Università Statale di Milano. Lavora per Entire Digital


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Antonella Ferrari

Nata in provincia di Lodi, classe 1995, è laureata in "Scienze Umanistiche per la Comunicazione" all’Università Statale di Milano. Lavora per Entire Digital

Leggi anche