×

Coronavirus, Beppe Sala: “Riapriamo qualcosa, la cultura è vita”

Condividi su Facebook

Il sindaco di Milano Beppe Sala racconta delle sue giornate a tema Coronavirus e spiega di voler ripartire dalla cultura.

coronavirus ordinanza beppe sala

Ritorna sui social il sindaco di Milano Beppe Sala per rispondere alla domanda: “Com’è fare il sindaco ai tempi del Coronavirus“. Approfitta del suo video-messaggio per dare qualche buona notizia ai cittadini per quanto riguarda la riapertura di qualche attività in città.

Prima di tutto bisogna ripristinare la cultura.

Beppe Sala, il sindaco ai tempi del Coronavirus

“Alcuni cittadini mi chiedono come siano le giornate del sindaco al tempo del Coronavirus”, spiega il primo cittadino di Milano. Quasi come stesse scrivendo un diario racconta di aver fatto visita a due centri diurni per persone diversamente abili. “È alle persone più cagionevoli che bisogna pensare prima di tutti” dice, ribadendo il concetto dello scorso video-messaggio.

Il pomeriggio l’ha poi passato al telefono. “Mi sono messo in contatto con Roma. Ho parlato con il presidente del Consiglio Giuseppe Conte e l’ho invitato a Milano per rendersi conto della situazione.

Dopodiché sono proseguite le telefonate con il ministro all’Economia Roberto Gualtieri e con il ministro dei beni e delle attività culturali Dario Franceschini. Con gli ultimi interlocutori il tema è stato quello degli eventi e della cultura. Secondo Sala, infatti, bisogna ricominciare da qualcosa e quel qualcosa l’ha trovato nella cultura. Racconta quindi di voler riaprire qualche museo perché La cultura è vita. Ancora niente di ufficiale, ma come sappiamo da mercoledì 26 febbraio si parla di annullare il coprifuoco per i locali.

La richiesta è emersa direttamente dai titolari che hanno firmato una lettera comune indirizzata proprio al Sindaco.

Scrivi un commento

1000

Leggi anche