×

Domenico Zambetti arrestato: le pressioni della Lega su Formigoni

Condividi su Facebook

Un nodo cruciale da sciogliere al più presto: cosa vuol fare la Lega in Lombardia, dopo l’arresto di Zambetti?

UPDATE! 20.30
Dopo una giornata di vertici Formigoni ha deciso di sciogliere la giunta e ha ribadito che non si dimetterà:

“Nei prossimi giorno provvederò a formare una nuova, fortemente ridotta nel numero di assessori, ma che sia all’altezza dell’impegno di governare una Regione come la Lombardia.

Per farlo lavorerò con i due partiti che mi sostengono: Lega e Pdl”

UPDATE! 18.00
Formigoni condannato per aver diffamato i Radicali.

Il post appena pubblicato da Alessandro Gilioli su Piovono Rane, sulla ‘questione arresto Zambetti e voti comprati’, fa sorridere.

“A Zambetti l’hanno fatto fesso”, dice un amico del blogger. Perchè un voto può costare molto meno di 50 euro in altre parti d’Italia.

Alla faccia della ‘forza della competenza’.

Battute a parte, siamo ormai a quota 13: 13 indagati in una Regione il cui presidente, evidentemente, ha scelto proprio male le persone con cui collaborare:

(fonte Repubblica) “O è un clamoroso abbaglio dei magistrati o Zambetti mi ha tradito e ha tradito tutto voi. Vi avevo chiesto per due volte se avevate la coscienza a posto e mi avevate garantito che tutto era in regola”

Ma Formigoni non molla, nonostante le pressioni (dell’opposizione, ma anche della Lega) per avere nuove elezioni.

Oggi il governatore della Lombardia sarà a Roma per incontrare il segretario del suo partito e il leader della Lega Roberto Maroni.

Il Carroccio infatti starebbe pensando di tirarsi fuori dall’alleanza per Lombardia, Veneto e Piemonte. Tanto che ieri, sempre secondo Repubblica, in seguito all’annuncio delle dimissioni degli assessori della Lega Nord, Formigoni avrebbe ritirato le deleghe, prendendole in carico, di: Andrea Gibelli – Industria e vicegovernatore, Daniele Belotti – Territorio, Giulio De Capitani – Agricoltura – e Luciana Ruffinelli – Sport e giovani -.

(fonte Repubblica): “I leghisti devono decidere: fanno parte di questa alleanza che è nata tre anni fa contemporaneamente in Lombardia, in Veneto e in Piemonte o se ne sfilano? Se si sono sfilati si mettono in una posizione esterna e sarà Formigoni con il Pdl a decidere il da farsi, andremo a elezioni con una giunta guidata da Formigoni e assessori completamente nuovi e ovviamente tutto ciò avrà conseguenze anche in Veneto e Piemonte, perché le tre giunte sono figlie dello stesso accordo politico”

Quindi, “se cade la Lombardia, simultaneamente cadono Piemonte e Veneto”.

Parola del Celeste.

LINK UTILI

Regione Lombardia scandalo: dopo la Minetti scatta la moda della Manetta (per troppi).

Regione Lombardia arresti: le opposizioni chiedono le elezioni, il Pdl non molla.

‘Ndrangheta: lezioni antimafia dalla Calabria per Milano.

‘Ndrangheta, terremoto in Lombardia: dall’arresto di Zambetti alle perquisizioni contro le cosche.

Domenico Zambetti arrestato: Ilda Boccassini e la ‘zona grigia’, la ‘ndrangheta in Lombardia.

Pirellone, Domenico Zambetti arrestato: «Pagava i voti alla ‘ndrangheta».

Domenico Zambetti arrestato: l’assessore è accusato di aver comprato 4000 voti dalla ‘ndrangheta.

Regione Lombardia arresti: l’assessore Zambetti pagò voti delle cosche.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche