×

Lega Nord fondi esteri: Renzo Bossi difende la sua famiglia

Condividi su Facebook

Nonostante le (auto) difese e le dichiarazioni dei vertici, la cosiddetta ‘base leghista’ comincia a nutrire dei dubbi.

Renzo Bossi, figlio del leader della Lega Nord Umberto, difende oggi la sua famiglia dalle accuse che le sono piovute addosso dopo il ‘caso Belsito’.

“Sono sereno, soldi dalla Lega non ne ho mai presi, anche la mia famiglia. Non li ho presi in campagna elettorale e non li prendo adesso da consigliere. Come tutti i miei colleghi do una percentuale al movimento e come tutti mi pago il leasing della macchina e vivo in affitto. Ho fiducia nella giustizia perché so che di soldi non ne ho presi e ad ogni domanda sarà data la giusta risposta.

Anche la mia famiglia di soldi dalla Lega non ne ha mai presi: per esempio deve finire ancora di pagare la ristrutturazione della casa di Gemonio, perché i lavori sono stati fatti quando papà era ancora in ospedale […] I bilanci ci sono c’è un consiglio federale, ci sono i probiviri che hanno potere di controllo sull’amministratore della Lega. Non è che l’amministratore ha sempre fatto quello che voleva, è sempre stato controllato per cui non ci sono bilanci opachi.

C’è il consiglio federale che è a conoscenza di quelli che sono i bilanci della Lega e anche di tutti i gruppi regionali e parlamentari che la Lega ha” (fonte Repubblica)

Francesco Belsito si è dimesso ieri sera da tesoriere della Lega Nord e oggi i magistrati milanesi hanno sentito come teste una delle segretarie del leader del Carroccio, Daniela Cantamessa.

Secondo l’accusa, Belsito avrebbe sottratto soldi dalle casse del partito per le spese personali dei familiari di Bossi e della senatrice Rosy Mauro.

Ma non solo: pare infatti che alcuni fondi siano stati investiti in Tanzania e a Cipro, e che i presidenti di Camera e Senato, tratti in inganno da rendiconti elettorali truccati, abbiano dato il via libera a finanziamenti a sei zeri. Irregolari ovviamente.

LINK UTILI:

Francesco Belsito indagato: truffa per rimborsi elettorali, è terremoto nella Lega.

Tangenti Lega Nord: Boni non si dimette; fiducia da Bossi, Maroni.

Renzo Bossi videointervista: basta facebook e twitter in Regione!

Regione Lombardia News: indagati per corruzione Davide Boni e Luigi Zunino.

Luigi Zunino, dopo le dimissioni per l’inchiesta su Risanamento, indagato per la bonifica dell’area Santa Giulia.

Lega Nord scandalo: denaro pubblico alla famiglia Bossi, Belsito si dimette.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche