×

Letizia Moratti e il bilancio del Comune, altro che attivo

Condividi su Facebook

Come si dice…le ultime parole famose:

“Lascio in eredità alla prossima amministrazione un 2011 in attivo per 48 milioni”

Questo aveva dichiarato Letizia Moratti, ormai ex primo cittadino, prima di fare le valigie. Ma secondo Repubblica i conti non tornano:

“Peccato che il (presunto) utile di quest’anno sia la ciliegina sulla torta di cinque anni di finanza creativa che rischiano di trasformarsi in un pericolosissimo boomerang.

Una voragine da 700 milioni nei conti 2012 della città. I buchi del bilancio di Milano – scrivono come grilli parlanti i revisori dei conti in calce al rendiconto 2010 – sono stati tappati nell’era Moratti solo da ‘operazioni straordinarie’ e da entrate una tantum”

La voragine rischia di salire a 700 milioni per rispettare il patto di stabilità.

Intanto Giuliano Pisapia ha già annunciato che:

“La reale situazione del bilancio del Comune di Milano verrà verificata da organismi indipendenti.

Il bilancio, lo stiamo studiando. La Moratti ha detto quello, ha detto addirittura che ci sarebbe un credito da parte del Comune. Le prime impressioni e le prime riflessioni da parte degli esperti purtroppo vanno in senso contrario. Però quando ci sarà un assessore al Bilancio e quando faremo verificare da organismi indipendenti la realtà del bilancio di Milano, daremo comunicazione ai cittadini, dando tutte le spiegazioni necessarie. Perchè i cittadini devono sapere, devono essere informati e soprattutto devono avere indicazioni da autorita’ indipendenti o da persone che hanno dimostrato assoluta indipendenza nella loro vita e nella loro professione”

Un nome per il possibile assessore è già stato fatto.

Si tratta di Bruno Tabacci, che non ha negato il suo interesse per la proposta, ma ha detto di voler aspettare una proposta più concreta:

“Io non sono alla ricerca di una collocazione, però lui ha detto che va oltre quella piazza, che era pure interessante, quella ‘piazza arancione’ di cui ha parlato il cardinale di Milano. Mi sembra sia una coasa importante, e poi l’idea di impegnarsi per la propria città mi sembra importante”

(fonte immagine)

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche