×

Comunali 2011: otto sfidanti per Letizia Moratti, chi vincerà?

Condividi su Facebook

UPDATE!
Alla competizione elettorale si aggiungono Giancarlo Pagliarini (Lega Padana Lombardia) e Armando Siri (Partito Italia Nuova).

In attesa delle conferme definitive comincia a delinearsi il quadro delle candidature in vista delle elezioni comunali, che si terranno probabilmente il prossimo 15 maggio 2011.

Sul Corriere troviamo un breve profilo degli otto sfidanti del sindaco uscente Letizia Moratti, appoggiata da Pdl, Lega, la Destra di Storace, ‘Io amo Milano’ di Magdi Cristiano Allam, due liste civiche e la lista civica di Ombretta Colli.

Ecco chi sono:

Giuliano Pisapia, 61 anni, vincitore delle primarie del centrosinistra (appoggiato dal Pd, Sel, Idv, Socialisti, Federazione della Sinistra, Radicali, Lista ambientalista-ecologista e una lista civica)

-da confermare- Manfredi Palmeri per il Terzo Polo (Fli, Udc e Api)

Sara Giudice, la consigliera di zona del Pdl che ha lanciato la raccolta di firme per le dimissioni di Nicole Minetti

Sergio Cau, 53 anni, consulente pubblicitario, che presenterà la lista Partito Iva

Mattia Calise, classe 1990, candidato sindaco per il Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo

Abdel Hamid Shaari, 63 anni, presidente da 20 anni del Centro islamico di viale Jenner.

La sua lista si chiama “Milano Nuova” e non sarà “un partito musulmano”

Gianfranco Librandi, 56 anni, imprenditore, che si presenta con la lista Unione Italiana

Marco Mantovani, 51 anni, portavoce di Forza Nuova e già in corsa nelle provinciali del 2009

Chi vincerà?

(fonte immagine)
7 Post correlati Le case del Pio Albergo Trivulzio, tra l’affaire Pisapia e le pressioni per le dimissioni di Trabucchi Caso Ruby, Nicole Minetti recluta alcuni bodyguard per difendersi dagli ‘attacchi’ dei giornalisti Caso Ruby, “Io Confesso”: Nicole Minetti si concede alla Cnn, autogol di Signorini a Kalispèra Caso Ruby, Silvio Berlusconi a processo il 6 aprile: lo giudicherà un collegio di tre donne “

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche