×

Primarie Pd, video intervista a Rosy Bindi: dagli insulti di Berlusconi in tv al futuro del Partito Democratico

Condividi su Facebook

"Quelle di Berlusconi non sono scuse, anzi, aggravano la situazione"

Rosy Bindi non accetta le presunte 'scuse' di Silvio Berlusconi per la frase offensiva pronunciata contro di lei a "Porta a Porta".

"Non erano delle scuse, ha aggravato le cose dicendo che era una battuta di largo consumo.

Come a dire: 'lo dicono tutti, lo pensano tutti, quindi…' "

Rosy Bindi. La prima donna che ha 'osato' interrompere gli attacchi del premier contro le alte cariche dello Stato nel salotto, di solito silenzioso, di Bruno Vespa. Berlusconi dovrebbe addirittura ringraziarla:

"Si tenga le sue battute di largo consumo. Io l'ho interrotto nel suo interesse perché se qualcuno interrompe un presidente del Consiglio che lancia un conflitto istituzionale durante una trasmissione televisiva, dovrebbe essere ringraziato.

Non insultato, ma ringraziato. Ma bisogna conoscere il lessico fondamentale della democrazia per capire queste finezze"

La vicepresidente della Camera ha accettato la proposta di Pier Luigi Bersani di candidarsi come capolista della sua mozione a Milano "con un po' di timore perchè qui si misura una delle sfide più significative per il futuro del Pd".

La abbiamo incontrata a margine della conferenza stampa di presentazione della sua candidatura e l'onorevole si è mostrata molto gentile e disponibile a rispondere a tutte le nostre domande.

Abbiamo anche chiesto al viceministro quali siano stati gli errori del partito, che hanno portato alla sconfitta elettorale del 2008, e i suoi rimpianti. Guardate qui sotto la videointervista.
0 Post correlati Effetto Pisapia, terremoto nel Pd: Penati si dimette, il Pdl comincia la campagna ‘anti-comunista’ Primarie del centrosinistra, Giuliano Pisapia sbaraglia gli altri candidati: il Pd alla deriva Primarie del centrosinistra: ecco come e dove votare il candidato sindaco tra Boeri, Pisapia, Sacerdoti e Onida Nicole Minetti, ritorno al lavoro ‘con il broncio’ dopo l’affaire Ruby

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche