×

L'Expo è pronta a partire: ecco l'elenco delle opere prioritarie fra metrò, autostrade e Malpensa

Condividi su Facebook

Si parte a spron battuto. Lasciando da parte i bisticci che continuano e continueranno almeno fino all'inaugurazione dell'Esposizione Universale del 2015, si progetta.

Venerdì i magnifici 16 (dieci esponenti del governo -premier, ministri di Economia, Infrastrutture, Sviluppo, Agricoltura, Esteri, Beni culturali, Difesa, sottosegretariato al Turismo, dipartimento della Protezione Civile-, il commissario Moratti, Regione, Provincia, Comune, Camera di Commercio, Fondazione Fiera) si riuniranno a Roma ma intanto si cominciano a delineare le 17 opere prioritarie da realizzare.

Totale degli investimenti ben 11miliardi di euro.

Ieri c'è stato un vertice al Pirellone fra Moratti, Formigoni, Penati, il sottosegretario Castelli e il ministro delle Infrastrutture Matteoli. Al primo posto tra le 17 opere è stato deciso il triplicamento della linea Rho-Gallarate, seguito dalla nuova linea metropolitana 4 Policlinico-Linate e dalla Strada Provinciale 47 Rho-Monza.

Un capitolo a parte è riservato alle nuove linee metropolitane e alle rimandatissime Brebemi, Tangenziale Est Esterna e Pedemontana (immagine tratta da L'Eco di Bergamo).

In effetti sono anni che si parla di queste nuove infrastrutture, in modo particolare la Brebemi, tenecemente osteggiata dagli abitanti delle zone in cui passerà.

Bre.Be.Mi.: sarà un'autostrada di 48,9 chilometri complessivi che, partendo con una doppia corsia da Brescia fino a Caravaggio, diventerà a tre corsie da Caravaggio a Melzo. A Melzo l'autostrada si raccorderà con la tangenziale Est esterna.

Pedemontana: La parte più importante del tracciato (la cosiddetta Tratta A) parte dal raccordo di Busto Arsizio tra la A8 e la superstrada della Malpensa e giunge sull'A4 nei pressi dell'uscita Capriate-San Gervaso.

I tratti a tre corsie saranno poco meno di 20km da Meda a Vimercate mentre il resto dell'autostrada vedrà due corsie per senso di marcia.

Tangenziale Est Esterna: la tangenziale, lunga circa 35 km, collegherà l'attuale tangenziale di Milano, l'Autostrada A4 Milano-Torino e l'Autostrada A1 del Sole. Sono previsti undici svincoli, sette con strade provinciali e statali e 4 con autostrade tra le quali la BreBeMi.

A preoccupare gli abitanti sono gli imponenti volumi di traffico che queste nuove strade porteranno.

Mentre le auto si riverseranno nell'hinterland (anche perchè bisognerà vedere cosa si farà con l'Ecopass, se si terrà, si estenderà o si toglierà), in città si cercano di potenziare i mezzi pubblici con le tre nuove linee del metrò:

Linea 4: San Siro-Garibaldi-Bignami

Linea 5: S.Cristoforo-Policlinico-Linate

Linea 6: Bisceglie-Ripamonti

Tutto molto bello, ma i soldi?

Secondo quanto riporta il Corriere le opere in questione devono rientrare nella Legge Obiettivo

"Già domani [cioè oggi]- ha detto il ministro Matteoli -porteremo l'informativa con le 17 opere al Cipem.

Si accende il motore. Così già dal Cipem successivo si potranno portare i progetti di massima per i finanziamenti"

Che non saranno difficili da raccogliere perchè il 77-78% delle opere sono già finanziate, e il resto è spalmabile in quattro-cinque anni.

Ma a preoccupare sul serio è il traffico aereo, e la questione Malpensa. Ad essere decisamente preoccupato è Filippo Penati

"Se le voci sul nuovo piano industriale di Alitalia e la cordata italiana saranno confermate, avremo il doppio degli esuberi per meno della metà dei soldi offerti da Air France a marzo. E senza un impegno preciso del governo sul rilancio si Malpensa e sulla liberalizzazione dei diritti di volo. A queste condizioni l'intera operazione sarà la tomba di Malpensa"

Mentre Mattoli rassicura

"Come è possibile pensare che ci sia qualcuno nel Governo che voglia rendere secondario questo aeroporto? Noi dobbiamo rendere Malpensa più efficiente e il governo farà la sua parte"

Decisive insomma saranno le decisioni su Alitalia.
1 Post correlati Gomme da neve, continua la protesta contro l’ordinanza: coro di no dei cittadini Ruby, le escort e le notti movimentate del premier: crescono le proteste in vista del Forum della Famiglia Area ex Sisas di Pioltello: l’Italia sarà rinviata davanti alla Corte di giustizia Ue ‘Ndrangheta e inchiesta Parco Sud: l’imprenditore Madaffari condannato a 6 anni

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche