×

Podestà e la Bisconti salutano gli atleti lombardi

Condividi su Facebook

Giochi Paralimpici al via: ecco gli auguri di Guido Podestà e Chiara Bisconti agli atleti azzurri che da oggi saranno impegnati a Londra

Una emozionante cerimonia ha dato il via alle Paralimpiadi di Londra. E, fra i protagonisti più attesi, ci saranno anche gli atleti italiani.

E, fra questi, in particolare gli atleti lombardi. A loro e a tutti gli azzurri si sono rivolti il presidente della Provincia di Milano, Guido Podestà, e l’assessore allo Sport del Comune di Milano, Chiara Bisconti.

Podestà ha sottolineato: “Dopo aver personalmente assaporato il clima di gioia che ha caratterizzato la missione azzurra alle recenti Olimpiadi, sono certo, adesso, che la nostra delegazione, oltre a interpretare i più alti valori dello sport, dimostrerà, come sempre, quell’innata capacità di annientare le disabilità attraverso l’adrenalina e la determinazione.

Così, come feci con i ragazzi e le ragazze da poco rientrati in Italia, anche a nome degli oltre tre milioni di abitanti della nostra provincia, esprimo ai sei atleti del nostro territorio Annalisa Minetti (nella foto, atletica), Mahila Laura Maria Di Battista (canottaggio), Florinda Trombetta (canottaggio), Paolo Cecchetto (ciclismo), Fabrizio Olmi (vela) e Fabrizio Sottile (nuoto) un sentito ‘in bocca al lupo’. Un augurio anche al ciclista Vittorio Podestà (Genova), per il quale nutro una ‘naturale’ simpatia”.

Gli ha fatto eco l’assessore Bisconti: “I Giochi Paralimpici sono una grande conquista dello sport e della civiltà. Con orgoglio e con un’emozione ancora più forte rispetto all’inizio delle Olimpiadi, saluto la piccola ‘pattuglia’ di milanesi che sfiderà il mondo: due canoiste di grande valore come Laura Di Battista e Florinda Trombetta e il talento assoluto di Fabrizio Olmi, velista di razza. Le loro storie sono un esempio per tutti e la loro avventura a Londra riempie di significato la parola sport.

Il mio augurio va all’intera compagine italiana dei 97 atleti che, sono sicura, si faranno valere e, in particolare, alla squadra dei 29 lombardi. Da milanese non posso che fare il tifo soprattutto per i nostri tre concittadini. Saranno 11 giorni di gare, 20 discipline sportive, 4.280 atleti in gara, 166 Nazioni partecipanti, 503 medaglie d’oro da conquistare. Tutti stanno per affrontare e realizzare il sogno di ogni sportivo.

Tutti, nella vita, hanno già vinto la loro personalissima medaglia”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche