×

Milano: no al Dalai Lama, sì ai Boston Celtics

Condividi su Facebook

Nella Milano che litiga e si prepara all’Expo in mezzo alle polemiche negando la cittadinanza al Dalai Lama, ecco che la partita di ottobre fra l’Olimpia e i Boston Celtics ci regala perlomeno un sorriso di speranza

Nella Milano che dedica una piazza a Enrico Berlinguer, capo indiscusso del comunismo italiano, e nega la cittandinanza onoraria al Dalai Lama, guida spirituale dei buddisti, il prossimo arrivo dei Boston Celtics regala perlomeno un sorriso.

L’NBA torna a Milano, e lo fa con la sua squadra più bella e storica, quello che la stragrande maggioranza degli appassionati ama, per i colori, per il nome, per la leggenda che ha costruito.

Ed è partita proprio da Palazzo Marino la marcia di avvicinamento verso il 7 ottobre, quando i Celtics saranno ospiti dell’Olimpia Milano. E’ la seconda volta consecutiva che l’NBA e l’Eurolega hanno scelto Milano come sede di una partita dell’NBA Europe Live Tour.

Nel 2010 furono di scena nella nostra città i New York Knicks, con biglietti polverizzati nel giro di un giorno.

E a Palazzo Marino è andata in scena la conferenza stampa di presentazione della tappa di Milano. A fare gli onori di casa la voce del basket NBA in Italia, Flavio Tranquillo. Presenti l’Assessore allo Sport del Comune di Milano, Chiara Bisconti, con Michele Acquarone, in rappresentanza di RCS Sport, organizzatrice dell’evento, Katia Bassi, Senior Director di NBA Italy, Umberto Zapelloni, vicedirettore della Gazzetta dello Sport, Andrea Bassani in rappresentanza dell’Eurolega, e Gianluca Pascucci, amministratore delegato e general manager della Pallacanestro Olimpia Milano.

La vendita dei biglietti è cominciata martedì mattina. (foto: sito ufficiale Olimpia Milano)

Leggi anche

Contents.media