×

Milano Rossoblù: contro il Caldaro una sconfitta che non fa male

Condividi su Facebook

Il Milano Rossoblù cade per 4-2 a Caldaro, ma la sconfitta dei milanesi non fa male, viste le contemporanee cadute di Egna e Appiano. La capolista infatti è stata colta di sorpresa a Pergine, i ‘pirati’ gialloblù hanno ceduto il passo al Merano

Inatteso, forse non farà male, ma è pur sempre un ko.

In attesa di un futuro radioso, il presente del ghiaccio milanese subisce una battuta d’arresto, con il Milano Rossoblù che cade a Caldaro, sconfitto per 4-2 dai sudtirolesi, squadra certamente non da primi posti in classifica.

I ragazzi di Massimo Da Rin, infatti, sono usciti battuti dalla Raffaisen Arena per 4-2, ma lo stop non ha comportato stravolgimenti importanti in classifica, viste le contemporanee cadute di Egna e Appiano.

La capolista infatti è stata colta di sorpresa a Pergine e battuta per 2-1 ai tempi supplementari dalle ‘linci’; stesso risultato per i ‘pirati’ gialloblù, che hanno dovuto cedere il passo al Merano ai regolamentari.

I rossoblù, senza i nazionali Andreas Lutz e Luca Ansoldi, hanno iniziato la serata nei migliori dei modi con l’immediato vantaggio, dopo appena 68 secondi di gioco, firmato da Ryan Constant in superiorità numerica.

La reazione dei padroni di casa si è concretizzata sempre nel primo periodo con la doppietta personale al 3.41 e al 19.25 di Raphael Andergassen.
Nel parziale centrale era Peter Wunderer al 39.29 a siglare il pareggio milanese e a riportare il match sui binari dell’equilibrio, ma la partita si decideva nel terzo e ultimo periodo. Al 44.38 era Alex Andergassen a battere Terrazzano per il nuovo vantaggio dei padroni di casa e al 49.18 era ancora Raphael Andergassen a trovare la gioia personale per la sua hat-trick e il definitivo 4-2 per il Caldaro.

Prossima sfida per i milanesi domenica 12 alle 19, contro il Gardena all’Agorà.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche