×

Il Milano Rossoblù supera l'Egna 5-2 davanti a quasi tremila tifosi

Condividi su Facebook

Grande vittoria del Milano Rossoblù che, di fronte a quasi tremila spettatori, e all’ex campione del mondo di pugilato Giacobbe Fragomeni, supera 5-2 la capolista Egna, da cui ora dista soltanto quattro lunghezze

Una grande serata di sport e di hockey, anche se non si parla di NHL.

E’ bastato andare all’Agorà, dove il Milano Rossoblù ha ‘spezzato le reni’ all’Egna capolista con un 5-2 che non ammette repliche. Una gara perfetta, anche sugli spalti, dove si sono assiepati ben 2560 tifosi rossoblù, autori del solito tifo incessante che fa da ‘settimo uomo’ della formazione di Massimo Da Rin.

Sul ghiaccio, le reti milanesi sono state realizzate da Wunderer, autore di una doppietta, Migliore, Lutz mentre, con Rizzi rientrato anzitempo in panchina e lasciata la porta vuota, era Ansoldi a 33 secondi dalla fine a realizzzare il definitivo 5-2 per il Milano.

Detto del grande pubblico, va anche detto che proprio fra i sostenitori milanesi si è distinto Giacobbe Fragomeni, ex campione del mondo di pugilato nei pesi massimi leggeri, ospite d’eccezione della serata presente sia nelle vesti di tifoso per sostenere la squadra della propria città sia (riprendo da comunicato) ‘come esempio concreto di tutti i valori positivi dello sport quali lealtà, coraggio, tenacia e rispetto delle regole e dell’avversario’.

Fra l’altro erano presenti anche numerosi bambini invitati in collaborazione con il progetto ‘Io Tifo Positivo’ e con i Settori Giovanili di altre realtà sportive milanesi che hanno indossato una maglietta creata appositamente per l’evento con la scritta ‘Io Tifo +’ e il logo dell’Hockey Milano Rossoblù.

Le note finali della partita riguardano la bella prova di Terrazzano nella gabbia milanese, la penalità partita rifilata all’attaccante altoatesino Sullman per gomitata e la rete annullata al 46′ al Milano per un presunto bastone alto di Migliore.

El’Egna dista ora solo quattro punti.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche