×

José Mourinho parla, e anche Blogosfere si spacca

Condividi su Facebook


José Mourinho
, dividi et impera… anche a Blogosfere. E’ bastata una partita controversa dello Special ‘Uan’ (sì, proprio il pupazzo) per alimentare zizzania e rivalità anche nella nostra pacifica comunità blogosferica. Cose mai dette, malesseri covati da anni, grugniti nascosti e non espressi hanno finalmente trovato libero sfogo ‘il giorno dopo’ del capitombolo casalingo del lusitano contro il Barcellona.

E allora ecco il sottoscritto (Canada 2.0) e Alessandro Pignatelli (Calcio Malato) seguire l’onda dei peana filocatalani e antimadridisti mentre, in opposizione, ecco Silvio De Rossi (Sport e Motori) e Fabio Cavagnera (Olimpiablog) a remare, a mio avviso inutilmente, a favore dell’allenatore portoghese che presto, c’è da giurarci, potrebbe davvero tornare da queste parti, magari proprio al fianco di Massimo Moratti.

Perché in Spagna lo considerano per quello che è, ovvero un arrogante maleducato che gioca l’andata della semifinale di Champions League in casa come io avrei giocato a Subbuteo negli ’70.

Un tizio che si permette di accusare gli allenatori altrui di puntare a ‘far prendere cartellini agli avversari diffidati’ (basta non fare entrate ‘a martello’ come Pepe…), quando lui spinse i propri a farsi buttare fuori contro l’Ajax per evitare future squalifiche. Non c’è che dire. Un vero signore. Per il nostro campionato, prostituito intellettualmente, va benissimo…

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche