×

Miracolo a Delaware Avenue

Condividi su Facebook

Pioggia di neve su Toronto, le strade spazzate dal vento mi rinchiudono nel cappotto e la musica degli ABC mi rimbomba nel cervello. Mentre cammino per Delaware Avenue San Siro è un’ipotesi lontana, pochi minuti smozzicati, quello che serve per accendere il computer, sintonizzare il mio cervello sul link più corretto, trattenere il fiato tutto all’improvviso, chiudere gli occhi e guardare il risultato di Milan-Sampdoria: 3-0.

Le labbra lievemente si dischiudono facendo uscire il terrore, il brivido diventa eccitazione quando scorro il tabellino dei marcatori: Seedorf, il vecchio Clarence, totem rossonero, Cassano su rigore e Robinho, con assist di Fantantonio. Chiamale, se vuoi, emozioni. Il sorriso si inerpica verso la parte alta del mio volto quando arrivo alla riga successiva e scorgo il risultato di Parma-Inter. 2-0. Fuori uno. Ora non resta che appellarsi al sangue friulano che scorre nelle mie vene.

Buon sangue non mente. Napoli-Udinese 1-2. Il Milan è a +6 sulla seconda.

A 10mila chilometri di distanza è come sentire parlare della ‘pastorella’ di Lourdes e del miracolo che si avvera. Pioggia di neve a Toronto. Ripasso la storia della mia infanzia, da Rivera a Baresi, da Weah a Shevchenko. Mi addormento tra fiocchi di neve e sogni di gloria.

La canzone della domenica: ABC, “Spellbound”
0 Post correlati E Zanetti fa beneficenza (in Argentina) Rhinos di nuovo in scena oggi al Vigorelli La stagione dell’Inter può ancora essere salvata.

Se si dimentica lo Schalke L’importante è crederci…

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche