×

L'Inter e capitan Zanetti: quando il dopopartita era tutta un'altra cosa

Condividi su Facebook

Mentre José Mourinho gela l’Inter e ci racconta che va in Premier League, mentre Dejan Stankovic e Ramiro Cordoba marcano visita in infermeria dopo la partita vinta ai rigori a Napoli in Coppa Italia, mi fa un po’ pena il ‘capitano’.

Javier Zanetti e la sua baldanza. L’Inter ha meritato, dice riferendosi al passaggio del turno. Chissà, forse. Del resto i rigori bisogna anche saperli tirare, verissimo. Si può dire però una cosa del genere dopo che i nerazzurri sono stati presi a pallate per 120 minuti dal Napoli? Mi ritorna alla mente il Zanetti migliore, quello d’annata, che si presentava davanti alle telecamere in accappattoio come un pulcino bagnato dopo l’ennesimo ruzzolone di percorso: “Ce dispiacce por le tiffossi.

Sono stati merravigliossi, noi abbiamo dato tuto”. Di solito risultato finale: tanto a poco per gli avversari. Altri tempi, altra Inter, altro Zanetti. Basta così poco per cambiare un uomo…

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche