×

Il dilemma dell'Inter: Balotta sì o Balotta no?

Condividi su Facebook

Mario Balotelli costa troppo. Lo dice Roberto Mancini, che dai nerazzurri vorrebbe la giovane punta al Manchester City. Idem quello che, secondo il Real, l'Inter chiede per Maicon. Il mercato di Moratti & co. è in stallo, ma è ormai chiaro come la società sia entrata nell’ottica di cedere due delle sue stelle: una doppia operazione che consentirebbe di reinvestire sul mercato e allo stesso tempo di fare cassa. Moratti ha fissato il prezzo di Balotelli, 40 milioni di euro, ma potrebbe accontentarsi di 35, circa 10 più dell’offerta inglese.

«Sono un sacco di soldi», osserva Roberto Mancini dagli Stati Uniti, dove è in tournee con il suo Manchester: «Noi preferiamo aspettare, il problema è che quando si tratta il Manchester City gli altri club alzano i prezzi – spiega l’ex tecnico nerazzurro al Daily Express. Siamo interessati a prendere buoni giocatori, come Balotelli e Milner, ma abbiamo ancora molto tempo prima che il mercato chiuda».
C’è tempo fino al 31 agosto, ma si scommette già se Balotelli domenica mattina partirà con la squadra di Benitez alla volta degli Usa e se indosserà la maglia nerazzurra o quella celeste il 31 luglio, quando Inter e City si troveranno di fronte in amichevole a Baltimora.

Il suo agente, Mino Raiola, sta trattando alacremente, e non è escluso che si facciano avanti anche Manchester United e Chelsea. Nel frattempo Balotelli è preceduto in Inghilterra dalla fama di “bad boy”, come lo ha definito la stampa. «Ma il suo carattere non è un grande problema – assicura Mancini, che nel 2007 ha lanciato Balotelli in serie A: è giovane e in passato ha commesso qualche errore ma è tutto normale».

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche