×

Siena espugna Milano senza fatica, l'Armani Jeans si arrende in attesa dell''esecuzione' di sabato

Condividi su Facebook

La Montepaschi Siena ha vinto lo scudetto. Non ancora sia chiaro. Anzi, se sabato concederà la grazia all'Armani Jeans Milano di prendersi una piccola soddisfazione, dopo 7 partite di finale (compreso l'anno scorso) perse malamente, si potrebbe anche arrivare a una ormai insperata gara-5.

Ma sarà difficile, difficilissimo. Gara-3 non ha avuto storia, con i toscani, ormai a un passo dal proprio quarto scudetto consecutivo, che si sono imposti con il punteggio di 88-75. Se gara 1 era ‘durata’ quasi tre quarti, gara 2 poco più di due, questo terzo episodio si può dire che non inizia neppure. Troppa la differenza tra le due squadre: l’Olimpia di strada ne deve fare ancora moltissima per avvicinarsi agli avversari.

I biancoverdi dominano fin dal via, e sono già a +20 già alla fine del primo quarto. Bucchi parte con Finley, Mordente, Maciulis, Hall e Rocca, mentre la MontePaschi risponde con McIntyre, Sato, Hawkins, Stonerook ed Eze. I 10 mila che riempiono il Forum non hanno nemmeno il tempo di scaldarsi, che la partita ha già preso definitivamente la via di Siena. Il primo quarto della formazione di Pianigiani è semplicemente perfetto: 32 punti segnati, 5/7 da 2, 6/9 da 3, 5 recuperi e 32-11 al 10', un po' come nella gara-4 della finale dell'anno scorso.

I biancorossi di Bucchi provano una reazione d’orgoglio all’inizio del secondo quarto, si portano a -14 (20-34 al 13’), ma Lavrinovic diventa protagonista, spezzando ogni tentativo di rimonta dei milanesi. 55-33 è il risultato a metà partita, e nel secondo tempo l'Olimpia riesce al massimo ad arrivare a -13 (75-62 al 34’ dopo che il terzo quarto si era chiuso 75-55). Nel finale Milano rientra grazie a 7 punti in fila di Mancinelli, ma ovviamente non conta più nulla.

La serie è sul 3-0 per Siena, sabato, sempre al Forum, molto probabilmente si chiude.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche