×

Fumata bianca in viaTurati

Condividi su Facebook

E' arrivò il grande giorno. Proprio mentre stavamo per intonare il 'de profundis' dell'ennesima stagione mal preparata dal Milan, ecco che, meglio tardi che mai, arriva la notizia dell'accordo raggiunto fra la società rossonera e Massimiliano Allegri. Comincia così il dopo-Leonardo, tecnico gentile e anche parecchio bravo che ha tenuto il Milan in piedi per un anno dopo l'addio a Carlo Ancelotti, andato a mietere trionfi in terra d'Albione. A 'lasciare' Allegri al suo nuovo destino milanista è stato quello che ormai è il suo ex presidente, Massimo Cellino, che lo aveva esonerato, sul finire di stagione, proprio perché "distratto", secondo lui, dalle sirene dei grandi club.

A sbloccare la situazione una telefonata del vicepresidente e amministratore delegato milanista Adriano Galliani al presidente sardo. Tra i due, del resto, è sempre corso buon sangue. "L'arrivo di Allegri – ha però osservato Galliani ai microfoni di Sky – non è ancora ufficiale" poiché, tuttora a libro paga del Cagliari, il tecnico deve sciogliere gli ultimi vincoli contrattuali. Tuttavia, ha aggiunto, "ho la parola di Cellino e questo mi basta. Cellino – ha proseguito – è stato molto carino e devo ringraziarlo: gli ho chiesto una cortesia e lui l'ha fatta.

Il Cagliari non ha chiesto nulla" per liberare Allegri e offrirgli così l'occasione di guidare una grande del calcio internazionale".
"Pur avendo il Milan dato la sua disponibilità – ha spiegato la società isolana sul suo sito web – il Cagliari non ha richiesto alcun indennizzo economico, considerando l'impossibilità di quantificare il valore dei sentimenti".
Parole che non mancheranno di confermare e rafforzare i rapporti di amicizia tra i due club chiamati a confrontarsi, il prossimo 25 giugno, sulla comproprietà del difensore Astori, pupillo di Allegri e tra i giovani più interessanti dell'ultima stagione.

In attesa della firma del contratto e della presentazione – che potrebbe avvenire la prossima settimana – l'allenatore livornese dovrebbe essere a Cagliari, già questo venerdì, per rescindere l'accordo che lo lega ai rossoblù prima di cominciare a sondare il mercato per il rinforzo del club rossonero che, finora, vede alla casella arrivi solo quello del difensore colombiano, ex Chievo, Yepes. Il budget, senza contare le cessioni, dovrebbe aggirarsi sui 15 milioni di euro.

Il tutto mentre il procuratore Mino Raiola è stato visto nelle ultime ore in via Turati, mentre si continua a parlare di un possibile scambio con il Barcellona fra Pato e Zlatan Ibrahimovic, e mentre il portiere Storari, di ritorno dal prestito alla Sampdoria, potrebbe passare alla Juventus, a caccia di un altro portiere di riserva dopo il guaio occorso a Buffon in Nazionale.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche