×

Milano cade in piedi, ma a Siena si fa male lo stesso

Condividi su Facebook

La prima sfida della finale di campionato di basket segue il pronostico e premia la Montepaschi Siena padrona di casa. Gara-1 che decide lo scudetto va ai toscani di coach Pianigiani, che regolano l'Armani Jeans Milano ottima finalista con il punteggio di 100-80, con i milanesi bravi a rimanere in partita per oltre tre quarti di gioco, concedendosi perfino un paio di vantaggi a cavalli del dell'intervallo.

A spaccare la partita ci pensa McIntyre, autore di 29 punti e top-scorer della serata, splendido nelle triple.Si comincia con Bucchi che sceglie Finley, Mordente, Maciulis, Hall e Rocca come titolari iniziali. Partenza forte dei campioni d’Italia che con 4 punti di McIntyre volano subito sul 8-2 dopo 2’40", anche se l'Armani comincia a difendersi bene, recuperando palloni importanti. A fissare il, 27-24 per Siena del 10’ è un libero di Stonerook.

Si riprende con Arnold in campo per Rocca e con Bulleri che strappa un rimbalzo in attacco e segna il -1, 27-26, sul primo possesso biancorosso. Ma sono fugaci spunti, sebbene validi. Gli arbitri fischiano molto e le due squadre mettono punti a referto soprattutto dalla lunetta, ed è anche così che le 'scarpette rosse' restano in scia. Al 39'60" fallo tecnico a Stonerook: Viggiano e Becirovic fanno 4/4 e Milano è a -1, 48-47, con la palla.

E arriva anche il sorpasso con Mancinelli, prima che Zisis controsorpassi con due liberi, fissando il 50-49 dell’intervallo.
Bucchi ricomincia con il suo quintetto iniziale come Pianigiani e Milano risorpassa subito con Hall al primo canestro della gara, ma sul possesso successivo Stonerook buca la retina da tre punti. Milano c’è, lotta, difende durissimo, ma iniziano i problemi di falli per Bucchi con Jonas che commette il terzo fallo a metàcampo.

McIntyre è incontenibile e i padroni di casa volano sul +7. Fallo fischiato a Rocca e tecnico a Bucchi, Siena può scappare via e lo fa con 4 punti sul 65-54. E’ il momento più difficile della gara per l’Olimpia che deve reagire. Canestro e fallo, il quarto di Mordente, per Hawkins e Siena è a +14, 68-54. Mancinelli, ancora da tre, tiene vivissima una splendida Milano che chiude sotto 73-63 al 30’.

Negli ultimi 10’ Siena tiene senza troppo scomporsi il risultato e anzi allunga. L'AJ sciupa un paio di buoni tiri con Monroe e Arnold e ancora finisce sul ferro la tripla di Bulleri, mentre sulla transizione Zisis va fino in fondo a segnare l’83-67 per la Mens Sana. Ora Siena scappa davvero via contro una bellissima Olimpia che ha giocato comunque una gara ottima. Malgrado il fallo antisportivo a Zisis Monroe sbaglia i due liberi e sul possesso che ne segue non ne nasce nulla. E' l'occasione su cui si spengono le speranze di Milano, anche se ancora Monroe infila una tripla incredibile, e i biancorossi continuano a lottare indomiti su ogni singolo possesso. Arriva ancora un tecnico, stavolta a Finley, per proteste. E' McIntyre dall’arco a piazzare la tripla che chiude i conti. Milano cade in piedi, ma la sensazione è che non sarà facile evitare il 'poker' dell'anno scorso.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche