×

Nessuna rivoluzione, siamo nerazzurri

Condividi su Facebook

Nessuna rivoluzione, almeno per ora, in casa Inter. La scelta del successore di José Mourinho non sarebbe stata presa in fretta e furia, e tutti i papabili avrebbero dovuto portare pazienza, come stanno facendo i tifosi nerazzurri. Del resto, dopo una stagione del genere, di pazienza chiunque sarebbe disposto ad averne, e in abbondanza. Fresco di divorzio dal Liverpool, Rafa Benitez sembra il candidato con più chance, ma il presidente nerazzurro non ha definitivamente scartato Guus Hiddink, Pep Guardiola, Manuel Pellegrini e perfino Carlos Dunga.

Benitez è il più vicino, non solo perché è segnalato in vacanza in Sardegna. Per quanto riguarda l'ex tecnico dei 'reds', che oltre alle battute sulla vittoria ottenuta sul Milan in Champions (che Lele Oriali avrebbe potuto risparmiarsi, dimenticandosi che proprio il Milan, due anni dopo, si rese protagonista della più grande delle imprese vendicandosi proprio sui 'reds', o le imprese valgono se a compierle si è solo vestiti di nerazzurro?), potrebbe potrebbe portare con sé a Milano un centrocampista come Mascherano, che è molto legato all’allenatore spagnolo e non ha ancora accettato il rinnovo di contratto che il Liverpool gli propone da marzo.

Moratti in questi giorni comunque preferisce non esporsi. Valuta il progetto Benitez come un’opzione tra le altre, anche se è il nome di Guardiola quello che lo attira di più. Il giovane allenatore catalano però è quasi irraggiungibile visto che Sandro Rosell, favorito alle elezioni del 13 giugno per la presidenza del Barcellona, ha chiarito di voler puntare ancora di lui. Ecco perché la dirigenza interista ancora non esclude la soluzione di un traghettatore capace di mantenere la squadra ai massimi livelli in attesa dell’arrivo di Guardiola l’estate prossima.

Hiddink è un personaggio che affascina Moratti ma è legato alla Federcalcio turca, il futuro di Dunga dipende dal Mondiale con il Brasile e in lista c’è anche Pellegrini, appena scaricato dal Real Madrid per fare posto a Mourinho. 0 Post correlati Rugby – L’Amatori Milano sta morendo, tra promesse e chiacchiere Per i tifosi rossoneri un ‘godimento’ speciale L’Inter decide che è il momento di far splendere il Milan La ‘perla’ di Allegri: “Materazzi è un giocatore sportivo” “

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche