×

Attento Milan: la Coppa Italia è l'unico trofeo che quest'anno puoi davvero vincere. Regolarsi di conseguenza…

Condividi su Facebook

Dopo avere espugnato Torino il Milan pensa a Novara. Si resta in tema di Piemonte, ma cambia tutto. Dai fasti del campionato la squadra rossonera si getta nei meandri della Coppa Italia, snobbatissima 'coppetta' che vedrà 'scendere' (o 'salire') a San Siro l'ex nobile decaduta Novra (in un lontano passato giocò a lungo nella massima serie).

L'evento sarà proprio per gli ospiti, che arriveranno alla 'Scala del calcio' scortati da oltre 7 mila fedelissimi (in pratica, visto che si gioca alle 16, e considerata la scarsa affluenza dei tifosi milanisti, sarà come se giocassero in casa). Leonardo invoca quello che invocano tutti, prima di codeste sfide, ovvero “Nessuna distrazione”, ma contro i novaresi il Milan vedrà, com'è logico, un massiccio turnover. In attacco dovrebbe esserci spazio per la coppia Inzaghi-Huntelaar, mentre a centrocampo potrebbero scendere in campo Flamini, Gattuso e Ambrosini, quest'ultimo squalificato per la gara con il Siena di domenica.

In difesa invece spazio a Kaladze e Bonera al centro e a Favalli sulla fascia sinistra. In porta, infine, Storari.
In ogni caso il Novara di Nicola Ventola e Attilio Tesser è veramente da prendere con le molle: dominatore del girone A di Prima divisione, è imbattuto in
campionato ma anche in coppa, competizione nella quale ha eliminato Parma e Siena.
Da aggiungere che la Coppa Italia ormai da qualche tempo dovrebbe essere proprio il trofeo che il club di via Turati dovrebbe snobbare di meno, e quello più facilmente riponibile in bacheca in questi tempi di magra.

L’Inter 'supercampione' ha costruito il suo ciclo proprio così, cominciando ad alzare prima di tutto la tanto vituperata 'coppetta'.

Leggi anche

Contents.media