×

Nemmeno 'Big Mac' riesce a impensierire una brutta Inter

Condividi su Facebook

Contro il Siena tante emozioni a San Siro e alla fine è l'Inter ad avere la meglio con un pirotecnico 4-3. Nell'Inter Zanetti sostituisce Chivu a sinistra, mentre in avanti il trio Quaresma-Sneijder-Pandev supporta Milito. I nerazzuri più brutti della stagione, almeno in campionato, ottengono comunque tre punti fondamentali al termine di un match incredibile dove succede di tutto.

Per Mourinho & co. una vittoria sudata ma ottenuta con il cuore, la grinta e quella fortuna che assiste sempre i più forti. I giochi cominciano al 19', quando il Siena passa in vantaggio: Maccarone conquista palla a centrocampo, arriva ai 25 metri e scaglia un gran sinistro che non lascia scampo a Julio Cesar. Quasi immediata la replica: al 25' il contropiede di Milito si chiude con un destro vincente a incrociare.

Dopo dieci ecco salire alla ribalta il sempre presente Sneijder, la cui punizione s'infila alle spalle dell'incolpevole Curci. Ma è ancora Siena: Reginaldo mette in mezzo, Ekdal raccoglie in piena area e firma il pareggio realizzando il suo primo gol in Serie A.
Nella ripresa Mourinho sostituisce Quaresma con Samuel che si schiera come terzino sinistro, mentre Stankovic deve abbandonare a favore di Arnautovic. Gara sotto tono per oltre un quarto d'ora, poi ecco all'improvviso Maccarone riportare avanti i bianconeri toscani: Reginaldo serve per Maccarone che sigla la doppietta con un preciso piatto destro.

Nuovo azzardo di Mourinho, peraltro prevedibile: dentro un altro attaccante, nell'occasione il giovane Stevanovic, al posto di Thiago Motta. Serve un altro calcio da fermo per sbloccare la situazione: ci pensa il solito Sneijder (su punizione contestata) con una conclusione tesa. Raggiunto il pari, l'Inter si butta a testa bassa alla ricerca della vittoria, che invariabilmente arriva a tempo scaduto: Samuel riceve al limite, controlla e brucia Pegolo di sinistro.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche