×

Milan, a gennaio arriva il giovane Adiyah

Condividi su Facebook

Dunque il quarto posto in classifica è cosa fatta per il Milan di Leonardo (al massimo oggi potrà essere raggiunto dal Genoa). La Juve, seconda, è a soli due punti. Martedì al Meazza, per la quarta giornata di Champions, arriverà il Real Madrid (vittorioso nella Liga 2-0 con il Getafe, non ci sarà Guti) ed è già previsto il tutto esaurito (a proposito, ieri con il Parma 7.195 paganti oltre a 26.108 abbonati, per un totale di 33.303 spettatori).

(foto www.acmilan.com)

 Considerazioni sparse sulla vittoria con i gialloblu:

la notte di Halloween si è trasformata in quella di Borriello, che alla prima partita stagionale da 90 minuti firma la doppietta che stende il Parma. Per lui, con il Milan, ora sono 45 le presenze totali, con 8 reti all'attivo. Adesso, chiaro, tutti a dire che con lui il tridente d'attacco rossonero cambia volto. Leonardo si limita a rispondere che avere tante alternative è cosa buona e giusta.

Con il Real sarà dura scegliere? Giocherà Inzaghi, con Borriello pronto a subentrare. Scommettiamo?

Quarto successo nelle ultime cinque gare (Europa compresa) e qualcosa vorrà pur dire. Il tridente consente ai rossoneri di creare tanto, il problema sembrava essere legato ai gol subiti (o alle occasioni, tante, concesse agli avversari): ebbene, ieri reti non ne sono arrivate, anche se è servito un grande Dida su Bojinov e Paloschi e l'aiuto della traversa su Dzemaili.

Buonissima la prova di Thiago Silva (ha sfiorato pure il 2-0 di testa e non è un bidone come ho sentito dire, tutt'altro) e Kaladze: non far rimpiangere Nesta in questo periodo è manna del cielo.

Il Milan va ancora a sprazzi, si accende quando Pirlo prende in mano l'azione d'attacco e Ronaldinho punta i suoi avversari diretti creando superiorità numerica. Ieri è accaduto spesso, qualche volta il brasiliano si è incartato da solo facendo irritare il pubblico, ma due assist sono lì a testimoniare che sa ancora fare la differenza.

Per ora, una partita sì e una no. Si attendono conferme. 

Stamattina rossoneri subito al lavoro, per un'oretta e mezza, a Milanello, esattamente come il Real Madrid di Pellegrino. 

Commento al match con il Parma e mercato, ecco il Galliani pensiero a Milan Channel: "Ronaldinho sta facendo molto bene, questo modulo tattico dà spazio al brasiliano con Pato largo a destra. La squadra gioca un calcio "alla spagnola", con due mediani e la qualità delle nostre mezze punte.

Arrivano tanti gol, qualcuno lo prendiamo, ma dobbiamo avere coraggio e andare avanti così. Il Parma ha fatto un gran primo tempo, meglio di noi. C'è anche un rigore non dato a Pato da segnalare, ma preferisco non polemizzare. Peccato per il calo di pubblico non giustificato, ma accettiamo queste prese di posizione anche se il dato è preoccupante. Cercheremo di fare il possibile per recuperare i nostri tifosi. Sul mercato ci stiamo muovendo e posso dire in assoluta anteprima agli abbonati di Milan Channel che abbiamo acquistato il giovane ganese Dominic Adiyah. L'accordo con la società norvegese del Fredrikstad FK c'è. Adesso deve avere il permesso per entrare in Italia e noi lo tessereremo il primo di gennaio. Deve naturalmente superare le visite mediche e poi sarà un nostro giocatore. L'abbiamo preso perchè è una punta esterna che può giocare al posto di Pato e Ronaldinho. Il nostro modulo adesso è cambiato, avevamo bisogno di una punta esterna che potesse alternarsi con chi già c'è e ci siamo mossi. A ore spero di poter annunciare anche il ritorno di David Beckham".

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche