×

Il Milano abbatte 4-2 il Caldaro, e si scopre che non c'è solo Kilgour…

Condividi su Facebook

Hai capito questo Milano! Dopo un avvio di stagione a tinte fosche adesso ci sta veramente esaltando. Al di là che in Serie A2 i valori delle contendenti possano risultare sempre un po' enigmatici fino a che non te le trovi davanti.

Dopo il Real Torino però, il Caldaro fa parte dell'aristocrazia hockeistica tirolese, su questo non ci sono dubbi, ma anche la squadra targata Fiat ha dovuto abbassare la guardia di fronte ai ragazzi di Pajic, che alla fine si sono imposti con un franco (!) 4-2 (1-1, 1-1, 2-0), ottenendo la seconda vittoria consecutiva. Il debutto casalingo diventa quindi dolce, in una serata cominciata con gli applausi per Francesco Toldo, testimonial della campagna pubblicitaria “Datti all’Hockey, che scodella il disco per l’ingaggio iniziale.

I gol del Milano li segnano Kilgour (strano…), Mazzacane, DeFrenza e Wunderer a porta vuota. Il 'vecchio Ben' scrosta il risultato dalla parità al 7'43'' in superiorità numerica, finalizzando un bella azione condotta dal rientrante Caletti e siglando così il suo quinto centro stagionale in tre partite. Piva pareggia per gli ospiti, poi nel dritel centrale, Waldthaler ribalta il risultato prima del primo gol in campionato realizzato da Mazzacane. Nel terzo periodo DeFrenza prima centra il palo, quindi Caletti coglie la parte interna della traversa.

Nel finale di gara arriva la rete che decide il match, realizzata da DeFrenza, mentre a tre secondi dal termine Wunderer a porta vuota realizza l'inevitabile poker.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche