×

Con tanta passione e fatica la Milano 'degli sport minori' riassapora il gusto della prima pagina

Condividi su Facebook

Nell’anno in cui Milano diventa capitale europea dello sport con fin troppa disinvoltura, fa piacere vedere come lo ‘sbattimento’ dei cosiddetti ‘sport minori’ produca ottimi risultati, senza bisogno di ‘tromboni mediatici’ o riconoscimenti precotti.

E così merita un plauso l’iniziativa dell’hockey ghiaccio di riportare, almeno per un giorno, in vita quella che un tempo era l’HC Milano, per tutti gli appassionati Milano Saima, dal nome dello sponsor che ne rese famose le gesta sul ghiaccio.

La squadra rossoblu, come più volte qui abbiamo sottolineato, prenderà parte nei primi giorni di aprile a un quadrangolare con Bolzano, Varese e Courmaosta, tutte formazioni che saranno ‘cariche’ di grandi ‘stelle’ di quegli anni anni. Ci saranno Paul Beraldo, John Vecchierelli, Bob Manno, Mike Zanier e chi più ne ha più ne metta, ma soprattutto giunge notizia di tre biglietti aerei ‘prepagati’ che porterebbero direttamente dall’America altrettanti ‘big’ pronti a prendere parte alla ‘kermesse’… e subito corre alla mente il nome di John Chabot…

Dall’hockey al baseball, con il nuovo Milano United (ovvero l'unione di Milano, Rho e Senato, nuova società che per ora manderà in campo una squadra in A2 e una B, più numerose squadre giovanili), che ha debuttato con un successo per 5-3 nella prima uscita contro il Bollate al ‘Comunale’ di via Verdi, con in particolare evidenza il nuovo dominicano Mejia, autore di uno splendido fuoricampo.

Quindi il rugby, con l’Amatori Milano di Marcello Cuttitta che difende con onore il proprio 7° posto nel campionato di Serie A, con l’ultima partita che ha visto i meneghini cedere al ‘Giuriati’ di misura per 24-17 di fronte all’Aquila terza in classifica in un match tra due nobili decadute.

Per l’Amatori i punti portano la firma di quattro calci piazzati di Skeen e di una meta di Pisani.

Chiudiamo con la pallacanestro, ultima non in ordine di importanza, ma perché vogliamo dare notizia del risultato della Pallacanestro Milano, ovvero la vecchia squadra che militò fra gli anni ’60 e ’70 in Serie A1 con i nomi di All’Onestà, Mobilquattro, Xerox e Amaro 18 Isolabella. La formazione che fu di Chuck Jura, che grazie a Facebook sta tornando di attualità, sta disputando un ottimo campionato nel girone B della C2 lombarda.

Nell’ultima giornata di campionato si è imposta in trasferta contro il fanalino di coda Gruppo Magnetti Tirano con il punteggio di 76-72 e ora si trova al terzo posto in classifica con 28 punti alle spalle degli irraggiungibili APL Lissone (42 punti) e Gasp Meda (38). Ci impegniamo fin d’ora a tenervi aggiornati sulle sue vicende sportive.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche