×

La solita Inter cinica abbatte il Genoa, recupera Samuel e 'punta' il Manchester United

Condividi su Facebook

Non c’è niente da fare. L’Inter in formato ‘italiano’ (inteso come campionato) non si ferma. Anche le formazioni più ostiche, arcigne e aggressive, contro i nerazzurri appaiono arrendevoli cagnolini. Merito certamente della formazione di Mourinho, aiutata da quella dose di fortuna (in quantità industriale), che sostiene i più forti.

E così il gol immediato di Ibrahimovic (e chi se no?), indirizza fin da subito con una palombella letale la dura sfida di ‘Marassi’ con il Genoa, che alla fine verrà ‘mazzolato’ per 2-0. Ben diversa fine dal tris rimediato sempre sullo stesso campo in Coppa Italia contro la Samp non più tardi di pochi giorni fa. E ritimbra il cartellino anche Balotelli, che al 61’ infila (quasi) la porta di Rubinho quel tanto che basta per farla apparire dentro.

Resta margine per l’incertezza, ma è ormai è un dato che, nel dubbio, all’Inter di quest’anno, viene abbuonato tutto. Per ‘Supermario’ si tratta della quarta rete nelle ultime tre gare, un gol che riporta il segno ‘2’ sul campo del Genoa, un ko che mancava dall’11 maggio 2008, quando i rossoblu vennero abbattuti a domicilio dalla Lazio.

E così se da una parte manca nel Genoa (3-4-3) il punto di riferimento, con Milito-quasi-nerazzurro che fin da subito decide di dare una mano ai suoi prossimi ex compagni non riuscendo mai a illuminarsi sotto i riflettori di ‘Marassi’ (ma tutta la squadra rossoblu appare sotto tono), dall’altra parte nell’Inter (4-3-1-2) tutti fanno il proprio dovere, a cominciare dagli attaccanti già citati, per proseguire con il solito Julio Cesar (almeno due miracoli decisivi), e il duo di centrocampo Zanetti e Cambiasso, abili a non sbagliare un colpo.

Male invece Burdisso e Materazzi, ma non per le consuete ‘cappelle’ che spesso hanno regalato alla critica: entrambi hanno giocato meno di un tempo, sostituiti entrambi per infortunio. Se ‘Mourinho il pazzo’ avesse avuto una pazza idea di farli giocare all’Old Trafford con il Manchester United, questa è svanita sabato sera.
A proposito di Manchester United e infortuni, Samuel ci sarà, dopo avere superato con esito positivo il provino di domenica matina.

Chivu invece sente ancora lievemente tirare il muscolo adduttore, per cui i centrali difensivi contro i ‘red devils’ dovrebbero essere Cordoba e Samuel. Per il rumeno si deciderà solo all’ultimo. Per quanto riguarda il resto dei ‘candidati’, la botta presa da Santon pare riassorbita, mentre in avanti, a fianco di Ibrahimovic dovrebbe giocare Adriano (con qualche speranziella anche per Balotelli).
Genova è già passato, l’Inter adesso deve passare da ‘italiana’ a ‘europea’, cercando di non perdere come sempre il proprio talento, e la propria fortuna.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche