×

L’AJ abbatte un altro Golia del basket

Condividi su Facebook

L'Armani Jeans continua a riservare in Eurolega piacevoli sorprese agli appassionati milanesi di basket. Il complesso di Bucchi dopo aver nella prima fase della manifestazione imposto l'alt con fantastiche rimonte ai campioni d'Europa del CSKA Mosca e al blasonato Real Madrid coglie nella prima giornata delle Top16 una sofferta ma meritata affermazione interna per 76-74 sul colosso Olympiacos privo della stella Josh Childress.

Milano chiude l'intensa sfida con quattro uomini in doppia cifra (Hawkins e Vitali 15, Thomas 14 e Hall 13). Non basta ai greci un ottimo Printezis (22 punti con 11/13 da due). 

L'encomiabile tentativo attuato della società milanese di rimediare alle lacune tecniche e tattiche del complesso inserendo nel roster un nuovo playmaker e un lungo di peso, prima ancora che possa effettivamente tradursi in effettivi benefici (tutto dipenderà dall'effettivo valore e condizione atletica degli interpreti), galvanizza ulteriormente dal punto di vista agonistico una squadra meritevole solo di applausi per l'atteggiamento con il quale fronteggia i propri impegni.

L'ingresso di Hollis Price sul finire del primo quarto genera un parziale di 11-0 che consente a Milano d'issarsi sul 31-20. L'Olimpia, favorita anche dalla mediocre lettura tattica di coach Yannakis che, evidentemente non informato dell'ultimo posto nella percentuali da due dell'AJ in Italia, si ostina a proteggere in modo esagerato il cuore dell'area concedendo conclusioni piuttosto comode agli esterni milanesi, arriva a tre minuti dalla fine della terza frazione a vantare 16 lunghezze di vantaggio sul 61-45.

L'Olympiacos approfittando di un comprensibile calo d'intensità difensiva della squadra di Bucchi gioca sei minuti di grande pallacanestro riportandosi con un parziale di 19-4 addirittura a meno 1 sul 64-65. Otto punti consecutivi di Mike Hall consentono all'Olimpia di entrare nell'ultimo minuto con tre punti di vantaggio sul 73-70. A 5 secondi dalla fine Thomas, dopo che Papaloukas, Sow e Greer erano andati a segno dalla lunetta, subisce fallo ma realizza solo un personale fissando il punteggio sul 76-74.

Greer avrebbe l'opportunità per portare la sua squadra quantomeno ai supplementari ma, in seguito ad un contatto con Price non giudicato falloso dagli arbitri, scivola facendo esplodere di gioia il Forum. Milano vince nonostante l'1/2 da due punti fatto registrare in tutta la ripresa. Se non è un miracolo questo…            

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche