×

Il Milan tiene il passo dell’Inter grazie ad un rigore fasullo

Condividi su Facebook

Lo scenario prospettato da diverse parti in questi ultimi giorni di un campionato equilibrato e con otto squadre teoricamente in corsa per lo scudetto subisce al termine del 12° turno un duro colpo: le storiche potenze calcistiche del nostro paese (Inter, Milan e Juventus) complici i contemporanei k.o.

di Napoli, Lazio, Udinese e Fiorentina si ritrovano ad occupare i primi tre posti della classifica.

Al largo successo ottenuto dalla Juventus sul Genoa nel primo anticipo rispondono entrambi i club milanesi. L'Inter passa al Barbera imponendosi per 2-0 sul Palermo. Determinante ai fini dell'affermazione nerazzurra si rivela la scelta di Mourinho di affidarsi ad un 4-3-1-2 che ha garantito maggiore solidità in difesa (i rosanero hanno chiamato seriamente in causa Julio Cesar in una sola circostanza) e più libertà in attacco a Ibrahimovic a segno con due conclusioni dalla distanza seppur non irresistibili.

Il Milan si conferma nella scia dei campioni d'Italia prevalendo per 1-0 a San Siro sul Chievo. A sancire il successo dei rossoneri è un rigore inesistente trasformato da Kakà al 14'. Ancelotti, deluso dal numero davvero ridotto di pericoli creati per la porta clivense (Ronaldinho e Kakà confermano in rossonero le difficoltà di dialogo già emerse in nazionale), può trovare motivi di conforto oltre che dal risultato dalle prestazioni di Abbiati (sicuro nelle uscite e autore nella ripresa di un ottimo intervento su una conclusione da fuori area di Bentivoglio) e di Seedorf (attento in copertura e lucido in fase d'impostazione). 

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche