×

Il campionato ringrazia Mourinho

Condividi su Facebook

I Campioni d'Italia, rinforzati in estate dal ritorno di Adriano e dall'arrivo di Mancini, avrebbero, vista la modestia delle altre presunte pretendenti al titolo, aver già dovuto prendere il largo in campionato ed, invece, dopo otto giornate si ritrovano per le bizzarre scelte del proprio tecnico a condividere il primato con Udinese e Napoli e ad avere un solo punto di vantaggio su Fiorentina e Milan.

L'Inter che già mercoledì sera aveva capito quanto la goleada dell'Olimpica non rappresentasse la regola ma l'eccezione si vede imporre in casa dal Genoa un pari senza reti che pone fine alla serie di 60 partite consecutive con almeno un gol conseguita dai nerazzurri a San Siro. Un mezzo passo falso, quello commesso dalla formazione di Mourinho, acuito dal fatto di non essere stata in grado di superare un avversario rimasto in dieci nell'ultima mezzora per l'espulsione per somma di ammonizioni comminata a Juric.

L'Inter, alla resa dei conti, deve ringraziare Julio Cesar e la sorte se è uscita imbattuta dal confronto con il brillante complesso di Gasperini.

A suscitare ancora una volta perplessità sono le scelte tecniche e tattiche di Mourinho in fase offensiva. Il tecnico portoghese continua testardamente a preferire l'inconcludente Quaresma a Balotelli e Mancini, a sfruttare solo parzialmente le potenzialità di Adriano e Ibrahimovic ed a impiegare solo in particolarissime situazioni un attaccante come Cruz che farebbe le fortune di qualsiasi altra squadra di Serie A.

Il risultato? prestazioni quasi mai entusiasmanti e 17 punti dopo otto partite con sole 9 reti su azione all'attivo visto che le altre quattro sono arrivate dal dischetto (una) o grazie a delle autoreti (tre). Davvero troppo poco per un complesso che non dovrebbe conoscere rivali.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche