×

Il Milan resiste a Londra

Condividi su Facebook

Pareggio a reti inviolate per il Milan nella gara d'andata degli ottavi di finale della Champions League disputata ieri sera a Londra.

Un risultato che, alla luce di quanto accaduto all'Emirates Stadium, non può certo essere disprezzato dai rossoneri.

L'Arsenal, dopo una quarantina di minuti piuttosto avari di gioco e di emozioni, ha, infatti, cambiato marcia tenendo, nel prosieguo del match, quasi costantemente sotto pressione un Milan incapace (se si escludono una conclusione sul fondo di Oddo in superiorità numerica al 63' e un debole tentativo di testa di Gilardino nel finale) di creare reali pericoli per la porta difesa da Lehmann.

La freschezza e la varietà di soluzioni offensive proposte dai Gunners hanno dovuto però fare i conti con l'orgoglio e la determinazione dei campioni in carica che con l'esperienza e il carattere hanno saputo reggere l'urto e i ritmi frenetici imposti dagli indiavolati padroni di casa.

Le buone prestazioni di Gattuso in copertura e di tutta la retroguardia non sarebbero però state sufficienti per tornare imbattuti dalla trasferta londinese se Adebayor, capocannoniere della Premier League, non fosse incappato in un'autentica serataccia.

L'avanti togolese ha letteralmente graziato i rossoneri fallendo un facile assist al liberissimo Eduardo in chiusura di prima frazione, facendosi "pescare" ingenuamente in fuorigioco su un tocco di Fabregas al 53' e incornando sulla traversa da mezzo metro con Kalac colpevolmente fuori causa un cross al bacio dal fondo di Walcott a pochi secondi dal termine.   

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche