×

L’Inter a San Siro vince di rigore

Condividi su Facebook

Decimo successo consecutivo interno per l'Inter che a San Siro s'impone per 1-0 sull'Empoli.

Inevitabili polemiche sulla direzione arbitrale accompagnano per la terza domenica consecutiva il post-partita di una gara dei nerazzurri perché a decidere il confronto è un penalty a dir poco discutibile di Ibrahimovic.

Nel finale anche i toscani usufruiscono di un rigore ma Saudati si fa respingere la sua conclusione da un grande Julio Cesar.

L'affermazione consente alla capolista di incrementare di tre punti il proprio vantaggio in classifica sulla Roma sconfitta a Siena. 

La prima mezz'ora piuttosto equilibrata non riserva clamorose opportunità da rete. L'Empoli, ben disposto tatticamente, concede poco o nulla al tandem d'attacco interista composto da Ibrahimovic e Cruz e si affaccia con una certa frequenza nei pressi dell'area avversaria.

Al 34' Tagliavento intravede gli estremi per la concessione di un calcio di rigore all'Inter in un istintivo e protettivo tocco con la mano in area di Vannucchi su una violenta conclusione da distanza ravvicinata di Stankovic. Dal dischetto Ibrahimovic si rivela ancora una volta implacabile. Il match messosi apparentemente in discesa per la formazione di Mancini riserva pochi minuti più tardi una brutta sorpresa. Al 39' un fallo di Vieira viene punito con un'ammonizione apparsa eccessiva.

Il centrocampista francese si lascia andare a proteste inconsulte nei confronti del direttore di gara che non può esimersi dallo sventolargli sotto il naso un sacrosanto secondo giallo.

Ridotta in dieci per la terza gara consecutiva l'Inter soffre in avvio di ripresa le iniziative dei toscani: Buscè al 52' e Pozzi al 62' impegnano severamente Julio Cesar. I padroni di casa, denotando ancora una volta una condizione atletica eccellente, sembrano però crescere con il passare dei minuti.

Suazo e Maxwell sfiorano in più di una circostanza il raddoppio. Il match non ha finito di riservare emozioni. A dieci minuti dal termine l'Empoli avrebbe infatti l'occasione per riportarsi in parità. Tagliavento punisce con la massima punizione un intervento scomposto in area di Materazzi su Saudati. A salvare il successo nerazzurro ci pensa Julio Cesar respingendo con un balzo sulla sua sinistra la battuta dal dischetto di Saudati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche