×

Settemila eventi per l'Expo 2015

Condividi su Facebook

Expo vuol dire anche turismo, attrattività e recettività. La “grande Milano” è pronta a ricevere i visitatori, rinnovando la tradizione di ospitalità e accoglienza che la caratterizza. Si trova, infatti, al centro della quarta area metropolitana europea per dimensione, con un’estensione di circa 12.000 kmq e con oltre 10 milioni di presenze turistiche ogni anno.

L’assessore allo Sport e Tempo Libero Giovanni Terzi ha preso parte alla conferenza “Un’Expo ospitale, una città per tutti”, organizzata presso la Provincia di Milano per approfondire i temi legati alla tradizione di ospitalità e accoglienza di Milano. Presenti il Presidente della Provincia Filippo Penati; Umberto Paolucci, presidente dell’Enit (Ente Nazionale Italiano per il Turismo); Giuseppe Boscoscuro, presidente di Astoi (Associazione Tour Operator Italiani); Remo Eder, vicepresidente di Federalberghi; Antonio Oliverio assessore provinciale al Turismo.

Milano e le aree situate in un arco di percorrenza di 90 minuti possono contare già oggi su una ricettività alberghiera ben strutturata, superiore ai 500.000 posti letto, e ripartita in modo equilibrato tra le differenti categorie qualitative e di prezzo.

“Il progetto dell’Expo – ha dichiarato Terzi – è frutto di una concertazione tra le Istituzioni. Comune di Milano, Provincia di Milano e Regione Lombardia stanno lavorando insieme per la candidatura della nostra città nell’ottica di una proposta che possa coinvolgere tutto il Paese”.

Il capoluogo lombardo, che vanta dal 2006 il titolo di seconda città turistica italiana, si trasformerà in un vero e proprio “palcoscenico del mondo”, capace di attirare un vasto pubblico nazionale e internazionale. Expo Milano 2015 potrà contare su un programma di circa 7.000 eventi ad alto valore culturale e scientifico perfettamente integrato con l’offerta espositiva. Tali eventi saranno organizzati, lungo tutti i 6 mesi di durata dell’Esposizione, presso il sito, nel territorio cittadino e nell’area metropolitana in stretta collaborazione con le principali istituzioni artistiche e culturali milanesi e lombarde.

“Lo stesso programma di eventi proposti – ha concluso Terzi – parte dal presupposto che la vittoria di Milano sia il punto di partenza per un sistema allargato di relazioni, collaborazioni e gemellaggi con altri capoluoghi italiani ed esteri. Penso a Torino con il Mito, a Venezia con la Mostra del Cinema o a Montreal per il Festival Internazionale di jazz, solo per citarne. Settemila eventi in sei mesi che dalla cerimonia di apertura del 1° maggio 2015 a quella di chiusura del 31 ottobre 2015 declineranno il tema dell’Expo attraverso sei aree tematiche: arte, musica, sport, teatro, cinema, creatività: moda e design.”

Nell’ambito dei 40 eventi che saranno proposti quotidianamente, almeno due dovranno essere incontri di alto profilo internazionale, che vedranno riuniti i massimi esperti di una determinata area tematica, in un confronto serrato, ma rigorosamente scientifico, con i decisori pubblici. [Comune di Milano]
0

Scrivi un commento

1000

Leggi anche