×

Ecco il report dei danni alle mucche della cowparade (dopo i "festeggiamenti" per il Milan)

Condividi su Facebook

A proposito di questo post e del video delle devastazioni dei tifosi milanisti, che oltretutto sta facendo il giro della Rete provocando giusta indignazione, ecco il triste resoconto dei danni alle mucche della cowparade.

FONTANA di Piazza San Babila: 5 mucche finiscono nella Fontana.

Due erano situate in piazza, le altre tre provenivano da corso Vittorio Emanuele a varie altezze. Si tratta della “Power cow” di P.zero (Pirelli) e della mucca “Cow Toy” realizzata dal design Claudio Bellini, originale, inserita all’interno di un blister trasparente e confezionata con due lattine di vernice e pennello, come un giocattolo da decorare per bambini. Quelle provenienti da corso Vittorio Emanuele, anch’esse finite nella fontana sono: “Cow Naba Arabesque” della Nuova Accademia di Belle Arti di Milano; “Wow Cow” della Microsoft e la “Cow Fregio del Cigno” del Gruppo Boero.

METRO Piazza San Babila. Una mucca, sempre in piazza San Babila, ritrovata sotto la metropolitana di San Babila. Si tratta della mucca interattiva di Alice.

VIA CERVA Ritrovata mentre ostacolava il traffico di via Cerva, e riconsegnata con un furgone della polizia municipale in piazza San Babila, dove in origine stazionava. Si tratta della mucca “Volontè” realizzata dall’artista Ivan Tresoldi. Ora è monca di un orecchio, riconsegnato anch’esso dai vigili. 

DA VIA DANTE A PIAZZA DUOMO I danni maggiori in centro vengono subiti dalla mucca del gruppo Cremonini, main sponsor della manifestazione, dal nome “Bruca Moon”: da via Dante è stata trascinata sul sagrato del Duomo e utilizzata come piattaforma per sparare i fumogeni nella notte.

La mucca è bruciata.

VITTORIO EMANUELE La mucca “Anima”, situata di fronte alle Messaggerie Musicali, realizzata dal famoso artista Filippo Centenari, viene strappata al filo elettrico che la teneva collegata alla vetrina, e abbandonata in piazza San Babila e spaccata in due metà. Bruciata anche la mucca “Signora delle Camelie”, appartenente al main sponsor Clarins. Alla mucca “Fiorella” hanno rubato la base. La base riproduceva un prato fiorito. Molto realistica tanto da avere provocatoriamente riprodotta una “cacca” (artistica) di mucca sull’erba.

La “Mucca Felice” di Elio Fiorucci, tra le mucche più apprezzate dai milanesi e la “Datch Moo”, realizzata dalla Naba per Datch Forum, mancano all’appello.

VIA DANTE La mucca “Legami, legamenti e sentimenti” del pittore Roberto Testori, scorticata e trascinata a cavalcioni da Piazza Cordusio fino a Piazza Castello. La “Precious Cow”, già nota alle cronache per una sua sparizione (ma poi ritrovata), è stata sfregiata con lo spray. “Barbed Wire” di Oliviero Toscani, è stata danneggiata con chiari segni di trascinamento.

Mucca “Felicity”, di City, particolare mucca sdraiata a pancia in su, ora ha la coda spezzata. Mucca “Urbana”, originale installazione con la vespa accanto, è stata danneggiata nel tentativo di scardinare la motocicletta posta al suo fianco. Mucca “Mezza Millefoglie”, sempre dello sponsor Clarins, ora senza più foglie, strappate dai vandali.
GALLERIA DELL’OTTAGONO Manca all’appello della mandria la Cow “Zebra” della Chupa Chiups. 31

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche