×

Kakà illude un Milan tradito da Dida

Condividi su Facebook

Il "Teatro dei sogni", per una volta, non arride ai colori rossoneri. Un gol di Rooney in piena fase di recupero condanna il Milan ad una sconfitta per 3-2 con il Manchester United nella gara d'andata delle semifinali della "Champions League".

Un k.o. ampiamente recuperabile nel match di ritorno ma che, comprensibilmente, lascia non pochi rimpianti per il modo in cui è maturato.

Parlare però di una beffa sarebbe ingiusto. La sfortuna, con gli infortuni occorsi a Maldini e a Gattuso con la squadra rossonera in vantaggio per 2-1, ha sicuramente giocato un ruolo importante.  

Tuttavia non si può far passare in secondo piano l'intensità gettata dal Manchester nella ripresa e il fatto che, per la seconda volta nelle ultime tre uscite in Champions, il Milan abbia incassato, oltretutto in contropiede, una rete evitabile nelle battute conclusive. 

Sotto accusa finisce ancora una volta Dida.

L'estremo difensore brasiliano ha sì compiuto un ottimo intervento su Fletcher ma, oltre a "regalare" letteralmente il gol d'apertura a Ronaldo, si è fatto trovare fuori posizione anche sul 3-2 di Rooney. Clamorosi errori difensivi sono stati commessi anche sul fronte opposto. Di questi ne ha approfittato, limitatamente alla prima frazione, Kakà. Il brasiliano, infatti, impiegato in una posizione a lui non particolarmente gradita quasi in linea con Gilardino, ha saputo sfruttare al massimo i guai della retroguardia inglese (priva dei titolari Ferdinand, Neville e Silvestre) realizzando, finalmente in una gara di grande importanza, due reti di pregevole fattura.

Tutto è ancora in discussione e si deciderà il 2 maggio a "San Siro".    
0 Post correlati Pallacanestro Milano, Urania ed Ebro, la Serie C del basket parla milanese World Football Show: i campioni del mondo nella prevenzione sportiva World Football Show: Abete “Il calcio dà più di quanto riceve” Milano Rossoblù: Caletti tramuta in gioia la troppa sofferenza “

Scrivi un commento

1000

Leggi anche