×

Primark, il nuovo store assumerà 30 donne vittime di violenza: il progetto sociale

Diana de Marchi: "Un importante progetto sociale a favore delle donne vittime di violenza"

Primark assume 30 donne vittime di violenza: il progetto sociale

Inaugurato nella giornata di mercoledì 6 aprile, il nuovo Primark store, oltre ad offrire duecentocinquanta posti di lavoro, assicurerà al capoluogo lombardo un importante progetto sociale a favore delle donne vittime di violenza.

Primark assume 30 donne vittime di violenza: il corso

Diana de Marchi, consigliera delegata al lavoro della città metropolitana di Milano, ha chiarito: “La città metropolitana ha contattato la rete antiviolenza di Milano e provincia per individuare le donne che desiderano intraprendere un percorso formativo volto all’autonomia e all’inserimento nel mercato del lavoro“. Le trenta donne sono già state selezionate e in tempi brevi potranno partecipare ad un corso di addette alle vendite, organizzato da Afol, l’agenzia del lavoro di città metropolitana.

Primark assume 30 donne vittime di violenza, De Marchi: “Un’opportunità formativa concreta”

Una volta terminato il corso, otterranno un posto di lavoro in grado di garantire loro autonomia economica, al fine di liberarsi da situazioni di maltrattamento fisico e psicologico. De Marchi sottolinea: “un’opportunità formativa concreta” volta a tutte coloro che hanno vissuto un’esperienza traumatica.

Primark assume 30 donne vittime di violenza, Sala: “Generare ottimismo per il futuro”

All’inaugurazione era presente anche il sindaco Beppe Sala che ha affermato: “Quello che oggi fa Primark è un atto di fiducia per la nostra città: queste 250 nuove assunzioni sono una grandissima gioia per noi“. Inoltre, sottolinea quanto sia difficile inserirsi nel mondo del fashion in una città come Milano, ma l’entusiasmo e la buona volontà daranno grandi risultati. E conclude: “Va generata questa idea di ottimismo per il futuro”.

LEGGI ANCHE: Primark, aperto lo store in via Torino: la moda green su 7 piani

Leggi anche

Contents.media