×

Ogni Giorno Sulle Nord: un blog pendolare, tra l' 'uomo dell'Asciugo' e il 'Dio Tabellone'

Condividi su Facebook

Caro akakij di “Ogni Giorno Sulle Nord”: sei la mia anima gemella (pendolare), parliamone.

Ho trovato questo blog per caso, dopo aver letto una segnalazione di 02blog, e ne sono rimasta assolutamente conquistata. L’autore racconta con una perfetta ironia e una piccola dose di cinismo la vita quotidiana dei pendolari delle Ferrovie Nord, ormai pazienti spettatori di situazioni ai limiti della realtà.

Credo però che i racconti di akakij possano però facilmente essere trasferiti su una qualunque linea ferroviaria che traghetta ogni giorno migliaia di temerari tra intemperie, soppressioni (anche fisiche), ritardi e contatti alieni.

Chi non si è chiesto almeno per una volta a cosa serva la prima classe su un treno pendolari/trasportovacche?

“La prima classe è evidentemente un retaggio del sistema feudale. I feudatari possono permettersi di pagare il supplemento per viaggiare su un treno che comunque pare il convoglio destinato al trasporto bestiame […] Noialtri (vassalli, valvassini e valvassori) si viaggia in seconda, e si viaggia con la mente pensando a quali delizie accoglieranno il viaggio di quei fortunati che hanno addirittura un posto a sedere […] E lì, la sorpresa: mentre il resto del treno è pieno come le melanzane alla parmigiana che mia zia Violetta preparava per il Ferragosto in Calabria, la prima classe è vuota.

Completamente vuota. Noi, membri del popolino infingardo, che ogni mese scuciamo 70 sudatissimi euro per un abbonamento integrato treno+ATM (una combinazione che evoca del masochismo, ndr), che ogni giorno intraprendiamo il Viaggio della Speranza con il sogno segreto di trovare un posto a sedere, siamo costretti ad un’ora in piedi, a temperature da fornace, mentre un’intera carrozza è vuota”

Chi non ascolta le conversazioni di cui gli altri passeggeri ti rendono inconsapevolmente partecipe? (Per restare svegli, non per altro – sia al mattino che alla sera -.

Il panorama che si ammira sulle linee ferroviarie cittadine è stimolante quanto una lezione di yoga)

“Ho un problema. Mi piace tantissimo ascoltare le altrui conversazioni. Ma non lo faccio per puro spirito di voyeurismo, giuro. Sono una persona che tende al pettegolo, lo riconosco, ma non è questo il caso. Non parlo delle conversazioni monotone, che rappresentano in realtà ampi strati del nostro chiacchericcio quotidiano. Delle conversazioni formali, di cortesia. Chissà perché il silenzio spaventa così tanto le persone.

Chissà perché portano dentro queste forme di malcelato horror vacui, e sentono la necessità fisiologica di farcire il tragitto da Arosio a Milano con le parole più insignificanti. Parole vuote, inquinamento dell’aere”

Chi non è mai stato molestato cerebralmente dal mefitico “Uomo dell’Asciugo”?

“L’Uomo dell’Asciugo ha un potere sovrannaturale: riesce a captare la tua presenza. Tra centinaia di persone lui annusa le tue vibrazioni, segugio dall’olfatto infallibile.

Lui ti sente: sa che ci sei, sa dove sei. Immagina la situazione: sei riuscito a salire sul treno dopo una corsa a perdifiato, perché la metropolitana ha deciso di sbatterti le porte in faccia obbligandoti ad un’attesa supplementare che spezza i fragili equilibri della tua routine. Visibilmente sconvolto appoggi le tue nobili terga sul meno nobile sedile. Indossi le cuffie, fai partire il pezzo della PFM che preferisci, ti accingi a scoprire il finale del libro che leggi avidamente nei ritagli di tempo da alcune settimane, e che non sei ancora riuscito a terminare. In sostanza, sei vicino alla pace dei sensi: una delle sensazioni migliori della giornata”

Insomma, per queste e altre avventure fate un salto sul blog. Troverete anche voi qualche post in cui vi riconoscerete. Spero non nell’omino sopraccitato.
0 Post correlati La Villa Reale di Monza non si svende ai privati, appello a Giorgio Napolitano Limite di velocità a 70km/h, questo sconosciuto: la toppata della Provincia di Milano Bonus pendolari, la beffa: la linea Milano-Treviglio-Bergamo la scampa solo per 0,34 punti percentuali “Economia, finanza, nord: la nuova lotta alle mafie”: il video dell’incontro al Centro Convegni Stelline “

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche