×

Discoteche: arriva il buttafuori anti-coca

Condividi su Facebook

Non saranno gorilla, ma sentinelle preparate in borghese, incaricate di sorvegliare i ragazzi che affollano le discoteche e, soprattutto i bagni delle discoteche. L'adozione del buttafuori anti-cocaina è stata approvata a margine della riunione tra i delegati del Silb, l'associazione dei gestori dei locali da ballo milanesi e il prefetto di Milano Gian Valerio Lombardi.

Il passo successivo nella lotta al consumo di cocaina sarà la creazione di un albo dei buttafuori, norma peraltro già prevista dal decreto ministeriale sulla sicurezza del 15 luglio scorso. (fonte immagine)

I buttafuori anti-cocaina, siano essi uomini o donne, saranno addestrati da addetti alla sicurezza ed avranno il compito di segnalare alle forze dell'ordine eventuali spacciatori. Inoltre dovranno essere maggiorenni, incensurati, avere il diploma di terza media e avere seguìto corsi regionali in discipline giuridiche e psicologiche.

Potranno chiedere i documenti e dovranno accompagnare all'uscita chiunque fosse sorpreso a consumare droga. 

Ecco come avvengono i controlli alla discoteca Old Fashion. Una sentinella si finge cliente e sorveglia la toilette, una donna fa lo stesso nel bagno delle ragazze. Si controlla che non si entri mai in due alla volta e poi si chiede di uscire anche alle coppie che si appartano per fare sesso, nel timore che le ragazze possano avere bevuto e non essere perfettamente coscienti.

Le nuove regole in materia di droga nei locali rispondono agli auspici del vice sindaco Riccardo De Corato, che più volte si era appellato al "senso di responsabilità" e "all' impegno concreto per evitare lo sballo fuori controllo". Un auspicio in linea con l'analisi del presidente del Silb, Roberto Cominardi: "se negli anni Ottanta le discoteche vendevano moda, e nei Novanta sballo ora bisogna puntare sulla sicurezza, sempre più richiesta dalla maggioranza dei clienti, che vogliono ballare senza essere disturbati da quattro imbecilli strafatti"

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche