×

Caos al "Salone del Mobile", il traffico impazzito non fa partire il sogno Expo con il piede giusto

Condividi su Facebook

A proposito di Salone del Mobile. Ne abbiamo parlato pochi minuti fa. Lì sta andando tutto bene, ma dal punto di vista della logistica pubblica la prova "caos" in vista dell'Expo non è andata molto bene.

Il Salone del Mobile è stato il primo esperimento dell'era Expo.

Ma la prova non è stata superata.

Il traffico in tilt, code sulla tangeziale ovest, il tratto Milano-Torino intasato e la gente, e soprattutto tanti stranieri in visita al Salone sono rimasti bloccati anche per 30 minuti in metro, ad aspettare il treno.

Ma per l'ATM va tutto bene. Ed è vero, il servizio loro lo hanno potenziato, ogni quattro minuti partono quattro treni straordinari e quindi in più rispetto alla normale circolazione.

Ci sono anche più radiobus.

Ma non è bastato, sembrava, fatte le dovute proporzioni, di essere sulla linea 16 del tram che porta a San Siro, e quando c'è la partita tutto si blocca. C'era infatti un'atmosfera di caos ingestibile, che forse ha scandalizzato i turisti stranieri e non solo.

Certo se l'Expo darà questi risultati, c'è poco da stare allegri. Forse però si è anche preteso troppo da una città che, seppur tecnologica e avanzatissima sotto tanti punti di vista, conserva ancora tanti difetti di gestione.

O forse non erano previsti i centomila visitatori e neanche lo spazio per accogliere le loro dodicimila auto. E così che sono piovute multe per le auto in sosta in qualunque posto dove ci fosse spazio, molta la gente che ha deciso di prendere un taxi, credendo in una soluzione più veloce, ma non è stato così.

Col senno di poi, si cominciano a vedere e distribuire le colpe di quanto è accaduto.

Per il direttore del Salone del Mobile, Rosario Messina, la colpa è degli enti (in)competenti, e ha parlato di desservizio. C'è stato chi ha detto che era prevedibile tutto questo "disastro", come il rappresentante della Taxi-Unica Cgil, Giovanni Maggiolo.

Se lo aspettavano, se non c'è gestione oculata della situazione, prima o poi scappa di mano. Tanti gli stranieri che si sono lamentati, perchè lungo la strada per raggiungere le Fiera di Rho, hanno incontrato prostitute e trans.

Qualcuno ha ricordato che forse sarebbe il caso di accelerare la costruzione di  altri binari della metro, c'è chi invece invoca i lavori per la quarta corsia sulla A4, in modo da diluire il traffico.

Non è un buon inizio per una città così orgogliosa, forse si è preteso troppo da Milano? Staremo a vedere cosa succede, tanto per cominciare proprio oggi il Salone resterà aperto fino alle 20.30 così chi vuole avrà tutto il tempo di cercare un parcheggio.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche