×

Moratti e Sgarbi, forse in arrivo la tregua e la riappacificazione

Condividi su Facebook

Forse Sgarbi torna a Milano. Dopo il balletto post-licenziamento da assessore alla Cultura ("no, io rimango" , "impossibile", "vado a Roma e chiamo Berlusconi") e il prima annunciato e poi negato assessorato con il neo sindaco di Roma Gianni Alemanno, la Moratti riprende il dialogo con il bizzoso critico d'arte.

Il sindaco di Milano infatti lo ha invitato alle inaugurazioni delle mostre pensate e organizzate proprio da Sgarbi mentre era assessore. Ieri infatti si è presentato al Pac per l'inaugurazione delle mostre di Aaron Demetz e di Adelchi Riccardo Mantovani.

"Caro Vittorio, ritengo importante la tua partecipazione alle mostre e alle intitolazioni che ttu hai promosso, riconoscendo il valore dell'attività da te svolta a riguardo. Voglio perciò invitarti personalmente alle inaugurazioni e cerimonie che si svolgeranno a cominciare da quelle di oggi.

La revoca della tua delega ad assessore non incide, infatti, nella stima che ho nei tuoi confronti come uomo di cultura. Spero che accetterai il mio invito."

Siamo molto lontani quindi dalle accuse di mancanza di rispetto.

Non c'è stato un vero e proprio incontro riappacificatore fra i due perchè Letizia non c'era e al suo posto c'era l'assessore Giovanni Terzi. Anche se Sgarbi in passato non ha risparmiato nemmeno lui alle sue critiche.

Sgarbi sulla via di ritorno per la poltrona di assessore? Per ora no a quanto dice lui: tornare a Milano sì, ma piuttosto come tecnico, ad esempio come sovrintendente delle attività espositive della città. Anche con Alemanno rimane aperta la porta per un ruolo simile.

Sarebbe "un atto di fiducia in un esperto del settore senza paura che questi si sovrapponga a nessuno".

Ad ogni modo domani ci sarà un sit in alle 10 davanti a Palazzo Marino in sostegno di Vittorio Sgarbi: l'iniziativa è stata promossa da Famiglia Margini e hanno aderito in molti: parteciperanno al sit in artistico tra gli altri Andrea G.

Pinkettz, Angelo Cruciani, Paola Fiorido, Grace Zanotto, Xena Zupanic, Giuliano Cardella, Stefania Morici, Vincenzo Mollica, Paolo Cassara', Paolo Schmidlin.
0 Post correlati “Non prendete la metro a Milano a maggio”, la bufala del ritorno sul web della leggenda metropolitana Expo 2015, al via il concorso per scegliere il nuovo logo Speciale Comunali 2011: l’11 maggio sfida in tv tra Letizia Moratti e Giuliano Pisapia Trasporto pubblico, nasce l’alleanza fra Trenitalia e Gruppo FNM: Trenord “

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche