×

Morta dissanguata dopo un raschiamento: indagati tre medici

La donna si era recata all'Humanitas per un raschiamento dopo un aborto spontaneo. I tre ginecologi sono accusati di omicidio colposo.

morta dissanguata raschiamento
morta dissanguata raschiamento

Tragedia all’Humanitas di Rozzano, in provincia di Milano. Una donna di 40 anni è morta dissanguata dopo essere stata sottoposta a un raschiamento. Secondo quanto emerso dalle ricostruzioni degli inquirenti, i medici le avrebbero perforato l’utero durante l’operazione e non le avrebbero asportato subito l’organo. Indagati tre ginecologi per omicidio colposo. L’udienza è prevista per il 10 dicembre.

Medici indagati per omicidio colposo

Il decesso risale allo scorso 12 aprile. L’identità della paziente non è stata resa nota, così come quella dei tre medici iscritti nel registro degli indagati. Secondo l’accusa, la donna è morta dissanguata non per inevitabili conseguenze del raschiamento ma per un errore umano. I medici che l’hanno operata, dopo averle perforato l’utero, avrebbero dovuto sottoporla immediatamente a un’isterectomia (l’intervento di rimozione dell’utero) che le avrebbe salvato la vita.

I tre ginecologi hanno invece optato per una semplice trasfusione di sangue, che si è rivelata inefficace

Morta dissanguata per raschiamento

Il compagno della vittima ha sporto denuncia contro i tre medici, per cui il pm Mauro Clerici ha chiesto il rinvio a giudizio. La coppia aveva già una figlia di 4 anni. I familiari, assistiti dagli avvocati Sergio Vitale e Antonio Ferrari, si sono costituiti parti offese.

La donna è andata incontro a una gravidanza conclusasi precocemente con un aborto spontaneo alla nona settimana. Su consiglio della propria ginecologa di fiducia, si è recata all’Humanitas per essere sottoposta a un raschiamento in anestesia generale, eseguito in day hospital. La perforazione dell’utero (uno dei rischi della procedura) ha comportato una forte emorragia. Quando, dopo le trasfusioni, i medici sono ricorsi a un’isterectomia in laparotomia era ormai troppo tardi.


Nata in provincia di Monza e Brianza, classe 1994, è laureata magistrale in "Lettere moderne" presso l’Università degli Studi di Milano. Prima di collaborare con Notizie.it, ha scritto per la rivista Viaggiare con gusto.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Lisa Pendezza

Nata in provincia di Monza e Brianza, classe 1994, è laureata magistrale in "Lettere moderne" presso l’Università degli Studi di Milano. Prima di collaborare con Notizie.it, ha scritto per la rivista Viaggiare con gusto.

Leggi anche