×

Stasera Depeche Mode a San Siro

Condividi su Facebook

Stasera Dave Gahan sarà sul palco dello stadio San Siro con i suoi Depeche Mode dopo aver convinto tutti l’altra sera all’Olimpico di Roma davanti a circa 47mila persone. E quando arriverà in scena per ultimo, preceduto da Martin Gore e Andrew Fletcher, tutti gli occhi scruteranno il suo volto, le sue movenze, la sua capacità di stare sul proscenio.

Perché? Dave Gahan è stato operato da pochi giorni per un tumore alla vescica. Poco prima di un concerto ad Atene, era stato colpito da un violento attacco di dolori di stomaco. Ricoverato in ospedale, gli erano stati diagnosticati alcuni esami medici. Risultato: tumore. Tournée annullata, intervento chirurgico, brevissima degenza e poi il ritorno in scena. Insomma, una storia drammatica e bellissima destinata ad entrare negli album del rock come esempio di dedizione, sfortuna e volontà.

Dalle ore 13.30 fino a due ore dopo la fine dello spettacolo, entrerà in vigore la zona a traffico nell’area circostante lo stadio. “Proseguiamo con l’impostazione dell’anno scorso – spiega l’assessore alla Mobilità, Trasporti e Ambiente Edoardo Croci – per create le migliori condizioni sia per gli spettatori che per i residenti, in termini di impatto acustico e mobilità. Verrà posticipata di un’ora circa la chiusura della linea 1 della metropolitana, saranno potenziate le linee di superficie e verrà istituito un servizio di collegamento dal parcheggio di Lampugnano a san Siro”.

I Depeche Mode sono una delle band più grandi degli ultimi vent’anni: hanno venduto oltre settanta milioni di dischi, creando un marchio musicale, l’elettropop, che ha fatto scuola e creato un pubblico di affezionati capace di resistere nel tempo. Dai primi successi negli anni Ottanta, come I just can’t get enough, fino a brani strepitosi come Personal Jesus o Enjoy the silence, i Depeche hanno creato un’«immagine svincolata dall’immagine» che li rende fascinosi, irresistibili e ancora in grado (una delle poche band) di sopravvivere anche ad album non entusiasmanti come l’ultimo Sounds of the universe.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche