×

La Scala sposta il Macbeth per evitare lo sciopero: i lavoratori ne proclamano un altro

Anticipato lo spettacolo del Macbeth: i sindacati provvedono ad un nuovo sciopero

Teatro alla Scala

Nella giornata di mercoledì 15 dicembre, la messa in scena del Macbeth di Giuseppe Verdi, al Teatro alla Scala, è a rischio.

Scala, nuovo sciopero: il Macbeth è nuovamente in pericolo

Giovedì 16 dicembre, come già annunciato, ci sarà lo sciopero generale indetto da Cgil e Uil per protestare contro la manovra del governo Draghi; pertanto, la Direzione della Scala aveva deciso di anticipare lo spettacolo del 16 al 15 dicembre.

Il Piermarini aveva chiarito in una nota: “Sentiti gli artisti e i rappresentanti dei lavoratori, la direzione del teatro alla Scala ha stabilito che, in considerazione dello sciopero generale indetto per il giorno 16 dicembre, la rappresentazione dell’opera Macbeth di Giuseppe Verdi prevista per quella data sarà anticipata a mercoledì 15 dicembre alla stessa ora. Il teatro ringrazia gli artisti coinvolti e tutti i lavoratori per la sensibilità dimostrata”.

Scala, il nuovo sciopero della Cub

La Cub -Confederazione Unitaria di Base- ha deciso di proclamare un nuovo sciopero nella giornata del 15, giorno stabilito dalla Scala per scongiurare la protesta del 16.

La Cub annuncia in una nota: Per bypassare lo sciopero generale si gioca d’anticipo: Dominique Meyer, sovrintendente e direttore artistico della Scala di Milano ha elaborato un piano che consenta al teatro di aggirare lo sciopero indetto da Cgil e Uil per tutte le categorie di lavoratori.

Lo spettacolo programmato per giovedì 16 andrà infatti in scena il giorno prima e la stampa riporta che l’iniziativa intrapresa ha raccolto il favore di artisti e rappresentanti dei lavoratori”.

Scala, nuovo sciopero: “Noi agiamo in difesa dei diritti dei lavoratori”

Inoltre, nella nota della Confederazione Unitaria di Base si legge: Se i sindacati anziché battersi per la riuscita dello sciopero invece lavorassero per sabotarlo si tratterebbe di un fatto molto grave oltre che un pericoloso precedente.

Lo sciopero di giovedì 16 dicembre non è indetto dalla Cub e riteniamo i suoi obiettivi parziali e limitati ma ci opponiamo fermamente all’operazione che per vanificare uno sciopero rende mobile uno spettacolo”. In conclusione: Noi agiamo in difesa dei diritti dei lavoratori, dei nostri obiettivi e del diritto di sciopero, proclamiamo quindi sciopero generale, di 24 ore, al teatro alla Scala per mercoledì 15 dicembre 2021. Tutti i lavoratori possono aderire e chiediamo loro di farlo”.

LEGGI ANCHE: Nuovo sciopero dei mezzi a Milano: le informazioni necessarie

Leggi anche

Contentsads.com