×

Ztl quartiere Isola a Milano, Confcommercio: “Nessun confronto”

Condividi su Facebook

Una nuova Ztl si apre a Milano, nel quartiere Isola, ma nessuno ne ha coinvolto i commercianti, Confcommercio sul piede di guerra.

ztl milano isola
ztl milano isola

Una nuova Ztl sarà aperta nel quartiere Isola di Milano, per diminuire il passaggio delle auto nelle ore serali, considerato che il quartiere è una delle mete preferite della movida milanese. La decisione però va a discapito dei tanti bar e ristoranti della zona che, rappresentati da Confcommercio, lamentano di non essere stati coinvolti in questa decisione che li colpirà in maniera importante.

Confcommercio sulla Ztl nel quartiere Isola di Milano

Ci saranno stati, chissà quando, incontri a livello di Municipio. Peccato che su quest’iniziativa, così impattante in un’area cittadina di grande rilievo dal punto di vista commerciale, l’assessorato competente si sia ben guardato dal farsi vivo con noi, con il Distretto del Commercio dell’Isola -ignorato -,con gli operatori“ lamenta Marco Barbieri, segretario generale di Confcommercio Milano.

In effetti lo stesso Marco Granelli, assessore alla mobilità del Comune di Milano, nell’introdurre la nuova Ztl aveva spiegato che: “Il quartiere Isola è ricco di attività ed è un luogo di grande aggregazione sociale che richiama ogni sera tantissime persone” ma proprio per questo per l’assessore era necessario istituire una Ztl.

“La scelta di creare una Ztl notturna – aveva spiegato- serve per diminuire la grande pressione veicolare sull’area interessata, garantendo sicurezza ai pedoni e maggiore vivibilità a tutti i residenti. Con oggi facciamo il primo passo di un processo di realizzazione che sarà ultimato con la posa e l’accensione delle telecamere“.

Il Comune dunque ha ben chiaro che qui i commercianti della zona lavorano parecchio proprio nelle ore serali e allora perché non coinvolgerli? Per Marco Barbieri si tratta diDoppiopesismo.

Decisionisti per l’Isola nel peggior stile inaugurato in epoca Covid con le piste ciclabili e, invece, totalmente silenti ed attendisti (da tre anni) per l’isola pedonale richiesta da operatori commerciali e residenti in via Ascanio Sforza sul Naviglio Pavese“. Insomma secondo Barbieri mentre per l’Isola si procede con la Ztl che inciderebbe negativamente sui ristoranti e i bar della zona, in via Ascanio Sforza non si procede con la Ztl, dove invece i commercianti sarebbero favorevoli.

Leggi anche

Contents.media