×

G8: Statale occupata dopo gli arresti

Condividi su Facebook

Il G8 dell’Aquila si avvicina e i movimenti di protesta cominciano ad alzare la voce.
A Milano una cinquantina di studenti universitari di Statale, Politecnico, Accademia di Brera, facolta’ di Mediazione Culturale e Scienze Politiche si e’ radunata nel primo pomeriggio in via Festa del Perdono per manifestare contro gli arresti che avvennero lo scorso 18 maggio in occasione del G8 delle universita’ nel capoluogo piemontese.

Secondo la Procura di Torino i 21 arrestati avrebbero rovesciato cassonetti, tirato uova, lacrimogeni e ferito gli agenti, bloccato il traffico, danneggiato negozi. Ma l’Onda ha contestato la ricostruzione fornita dai giudici e centinaia di studenti hanno occupato per protesta i rettorati della Sapienza a Roma, della Ca’ Foscari a Venezia, dell’università di Bologna e Napoli.
Anche l’Università Statale di Milano è stata occupata per protestare ed esprimere solidarietà ai ragazzi arrestati: un gruppo di studenti – alcune decine – sono entrati nell’ufficio del rettorato, dove hanno lanciato slogan e appeso due striscioni: “Liberi tutti subito” e “Universita’ libera e ribelle, l’onda non si arresta”.Infine gli studenti hanno percorso in corteo i corridoi dell’università diretti verso gli uffici della facoltà di Lettere e Filosofia per parlare con il preside, Elio Franzini.

A lui gli studenti hanno chiesto di prendere posizione rispetto ai 21 arresti eseguiti lunedì mattina in tutta Italia. «Quello che state facendo è un reato – ha detto Franzin agli studenti – per quanto riguarda gli arresti io non so nulla e state disturbando il mio lavoro». I ragazzi dopo aver ricevuto il no da parte del docente a una presa di posizione pubblica sono usciti dal suo ufficio continuando a gridare lo slogan: «Liberi tutti subito liberi».

Mercoledì è in programma un corteo nel centro del capoluogo lombardo per protestare contro il G8.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche