×

Troppa droga dietro risse e incidenti, il questore lancia l'allarme cocaina

Condividi su Facebook

Solo ieri vi avevamo parlato di due fatti di cronaca legati all'uso di cocaina. Prima l'omicidio fuori dalla discoteca De Sade, legato agli ambienti dello spaccio, poi il tassista che ha volontariamente investito un immigrato.

Il questore ha segnalato che c'è una diminuzione dei reati, ma c'è un aumento del consumo di sostanze stupefacenti che spesso causano alterazioni che stanno dietro a reati brutali come omicidi, stupri, ma anche rapine e risse.

Come spiega il Corriere

"c'è una diminuzione della delittuosità, ma gli stupefacenti sequestrati mettono in luce un fenomeno inquietante. Una piaga sulla quale riflettere tutti insieme, nelle scuole, con i giovani,per spiegare meglio cosa significhi droga. Insomma dobbiamo parlarne in ogni ambito sociale"

Se i dati dicono che da gennaio a novembre sono stati sequestrati 660 chili di cocaina e 1100 di hashish significa che in giro ce ne sono altrettanti, se non di più.

Basti solo confrontare i dati di quest'anno con quelli dell'anno scorso (68 chili di coca e 550 di hashish) e sapere che la droga sequestrata è il 10% di quella in circolazione.

Di riflesso per così tanta droga che gira ci sono moltissimi consumatori, abituali o occasionali. Preoccupante è il fatto che non la si consuma solo il sabato sera per sballare, ma sono molti i consumatori giornalieri, coloro che ne fanno uso anche di giorno e anche sui luoghi di lavoro (quest'anno sono stati pizzicati due medici e qualche tassista).

Alla prefettura arrivano 1500 segnalazioni all'anno: ovviamente, consumare droga non è reato, ma se si viene beccati con una dose per uso personale si viene segnalati come consumatori. Si dovrebbero seguire percorsi di recupero ma si sa come vanno le cose.

Solo che nelle dosi sequestrate spesso la cocaina non c'è proprio, o c'è in quantità non superiore a 35-40%. Quindi quando si compra una pallina si corre il rischio di finire intossicati non dalla droga in sè, ma dalle sostanze con cui viene tagliata.

Se va "bene" la droga è tagliata con il lattosio, l'amido, lo zucchero o la mannite (che ha noti effetti lassativi), ma se va "male" ci si ritrova ad aspirare polvere di marmo, borotalco, farmaci (come l'aspirina), anfetamina se non addirittura la stricnina. In entrambi i casi però ci si gioca definitivamente le cellule cerebrali e quelle non le si recupera più.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche